Bologna, prima vittoria: Fiorentina ko. L’Udinese vola. Pari e rabbia per il Lecce

Il Bologna, guidato da Vigiani in attesa dell’arrivo di Thiago Motta in panchina dopo l’esonero di Mihajlovic, trova la prima vittoria in campionato battendo 2-1 la Fiorentina in casa nella sesta giornata del campionato di Serie A. Un successo in rimonta per i rossoblù, capaci di ribaltare il risultato con le reti di Barrow e Arnautovic dopo il gol di Martinez Quarta che ha sbloccato l’incontro. Vittoria in rimonta anche per l’Udinese, che trionfa 3-1 (doppietta di Beto) in casa del Sassuolo, conquista il quarto successo di fila e vola al quarto posto della classifica di Serie A a quota 13 punti. Finisce 1-1, invece, la sfida del Via del Mare tra Lecce e Monza: apre Sensi per gli ospiti con una bellissima rete su punizione nel primo tempo, risponde Gonzalez a inizio ripresa per il pari dei padroni di casa. Grandi proteste dei giallorossi per due presunti falli di mano nell’area di rigore della formazione di Stroppa, che ottiene il primo punto in campionato dopo 5 sconfitte di fila.

La classifica di Serie A

Il calendario di Serie A

Bologna-Fiorentina 2-1

Il primo tempo della sfida del Dall’Ara è caratterizzato da pochissime emozioni e occasioni da rete. La formazione di casa non riesce a creare pericoli dalle parti di Terracciano. Gli ospiti, invece, si fanno vedere in avanti con il tiro alto di Bonaventura dal limite dell’area di rigore e il colpo di testa di Martinez Quarta che impegna Skorupski. All’intervallo è 0-0. La partita si accende incredibilmente nel primo quarto d’ora del secondo tempo. La Fiorentina sblocca l’incontro con la rete di Martinez Quarta su assist di Saponara al 54’ ma il Bologna riesce subito a ribaltare il risultato: prima pareggia Barrow al 59’ e poi Arnautovic fa 2-1 al 62’ (gol convalidato dopo un lungo consulto al Var per un presunto fallo di Kasius, autore dell’assist, su Martinez Quarta). La Fiorentina si butta in avanti alla ricerca del pareggio mentre i rossoblù perdono Arnautovic, costretto ad uscire dal terreno di gioco per un problema fisico, ma riescono a difendere il risultato, portano a casa la prima vittoria di questo campionato e salgono a quota 6 in classifica, agganciando proprio i viola, il Sassuolo e la Salernitana. Nel finale l’espulsione di Igor per doppia ammonizione.

Bologna-Fiorentina: curiosità e statistiche

Serie A, il Bologna vola con Barrow e Arnautovic: Fiorentina ko 2-1

Guarda la gallery

Serie A, il Bologna vola con Barrow e Arnautovic: Fiorentina ko 2-1

Sassuolo-Udinese 1-3

Nella prima parte di gara è l’Udinese ad essere più intraprendente e ad avere un atteggiamento più propositivo. La squadra di Sottil non sfrutta le occasioni create nella prima mezz’ora e il Sassuolo ne approfitta al 33’, trovando il vantaggio alla prima vera chance: gol di Frattesi sulla bella imbeccata di Laurentiè. I neroverdi rimangono poi in dieci al 43’ per l’espulsione di Ruan Tressoldi che rimedia il cartellino rosso diretto per un fallo da ultimo uomo su Success lanciato a rete. Nel secondo tempo l’Udinese, con la superiorità numerica, fa la partita e attacca a testa bassa, creando diverse occasioni dalle parti di Consigli. Il pareggio degli ospiti arriva al 74’: cross di Pereyra dalla destra e colpo di testa vincente di Beto per l’1-1. I friulani riescono poi, nel recupero, a ribaltare il risultato con il bellissimo gol di Samardzic e poi a chiudere la sfida con il secondo gol di Beto. La formazione di Sottil ottiene quindi il quarto successo di fila e vola in quarta posizione con 13 punti. La squadra di Dionisi, invece, resta a quota 6 in graduatoria.

Sassuolo-Udinese: curiosità e statistiche

Frattesi illude, Sassuolo ribaltato in dieci: doppietta di Beto

Guarda la gallery

Frattesi illude, Sassuolo ribaltato in dieci: doppietta di Beto

Lecce-Monza 1-1

Il Lecce, con il tridente offensivo comporto da Ceesary, Banda e Di Francesco, ci prova subito nei primi minuti del match e si rende pericoloso soprattutto al 14’ minuto di gioco con Baschirotto che sfiora il gol di testa. A passare avanti, però, è il Monza. La squadra di Stroppa, con Petagna in panchina, sblocca infatti il risultato al 35’ con la bellissima punizione di Sensi e chiude il primo tempo in vantaggio. Nella ripresa il Lecce trova immediatamente il pareggio: Ceesay mette in mezzo dalla sinistra, Di Gregorio tocca ma sulla respinta arriva Gonzalez che, appena entrato in campo al posto di Helgason, fa 1-1. Al 73’ grandi proteste dei padroni di casa che reclamano un penalty per un intervento di mano di Molina in area di rigore del Monza. Nel finale il Lecce va vicinissimo al gol due volte ma Di Gregorio è bravissimo a salvare il Monza con due miracoli. Poi, arrivano altre vibranti proteste dei padroni di casa per un altro fallo di mano in area biancorossa ma arbitro e Var lasciano giocare ancora. La partita finisce 1-1: i giallorossi non trovano la prima vittoria e vanno a quota 3 in classifica, primo punto in campionato invece per Stroppa dopo 5 ko di fila.

Lecce-Monza: curiosità e statistiche

Perla di Sensi su punizione, ma al Monza non basta: pari col Lecce

Guarda la gallery

Perla di Sensi su punizione, ma al Monza non basta: pari col Lecce

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente Roma, Zaniolo e Abraham partiti per Empoli. Out Zalewski e Karsdorp Successivo Rigore Milan vs Samp, Juve furiosa/ Penalty simile a quello non dato ai bianconeri

Lascia un commento