Bologna-Monza, Palladino soddisfatto: “Devo pagare una cena ai ragazzi”

BOLOGNA – Il Monza si mette alle spalle le sconfitte contro Torino (1-0) e Napoli (4-2) e torna a fare punti pareggiando 0-0 al Dall’Ara contro il Bologna nell’anticipo della 32ª giornata di Serie A. Grande soddisfazione per il tecnico dei brianzoli Raffaele Palladino che, al termine del match, si è voluto complimentare con i suoi ragazzi: “Ho voluto riunire la squadra, non lo faccio sempre perché a fine gara preferisco non parlare, ma oggi era doveroso ringraziare la squadra che ha fatto una partita giusta, a livello di mentalità e di applicazione. Complimenti al Bologna, una grande squadra che non a caso è lassù in classifica. Qui a Bologna hanno vinto solo Inter e Milan, noi dovevamo rispettare il Bologna. Ho voluto ringraziare la squadra perché ha fatto una partita da grande squadra, con una grande mentalità”.

Palladino e la promessa ai giocatori

Sulla difficoltà di tenere alta l’attenzione nonostante la salvezza già conquistata commenta: “Di solito in questi casi, quando raggiungi un obiettivo importante come la salvezza per noi, se in quella fase intermedia in cui non riesci ad arrivare all’obiettivo Europa e non puoi più retrocedere e a quel punto può subentrare un po’ di relax. Ma con questo gruppo non succederà mai. Io mi ritengo fortunato ad avere un gruppo così competitivo. Sono venuti qui a Bologna a fare una partita giusta. Ora mi tocca anche pagare una cena perché avevo promesso che se facevamo risultato li avrei portati a mangiare, quindi ora mi tocca anche pagare una cena. Poi loro sono furbi, prenotano i ristoranti buoni, hanno carta bianca e mi auguro che facciano i bravi”. Palladino si congratula poi con Di Gregorio, autore di una serie di parate importanti: “Per me Michele è un fenomeno, troppo forte. Non lo cambierei con nessun portiere”.

Palladino risponde a Thiago Motta

Il tecnico del Monza, poi, replica alle parole di Thiago Motta, che si è lamentato per le troppe perdite di tempo: “Siamo amici ma non sono d’accordo. Izzo è andato giù per qualche secondo, c’è stata poi una sostituzione per infortunio. Roba di pochi secondi. Non voglio che i miei ragazzi vengano attaccati così, è la prima volta che sento una cosa del genere”. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Il Barcellona non molla: 1-0 al Cadice grazie a una magia di Joao Felix Successivo Luis Alberto vuole lasciare la Lazio, Lotito tuona: "Porti un'offerta. A zero? Mica sono matto"