Bologna-Milan 1-2: Rebic e Kessie affossano Mihajlovic

Il Milan torna alla vittoria superando 2-1 il Bologna in trasferta, al termine di una partita che sembrava chiusa fino al minuto 80 con le reti di Rebic e Kessie su rigore; poi il gol di Poli ha riaperto i giochi e riacceso le speranze di pareggio nella squadra di Mihajlovic, fermata da un super Donnarumma. Pioli allontana così i possibili contraccolpi dopo i passi falsi con l’Atalanta in Serie A e con l’Inter nel derby di Coppa Italia e allunga in classifica a 46 punti, blindando il primo posto e andando, almeno temporaneamente, a +5 sull’Inter. Nel primo tempo Rebic segna al 26′ avventandosi prima di tutti su una respinta di Skorupski, che aveva appena parato un rigore calciato male da Ibrahimovic. Il Bologna costringe Donnarumma ad un paio di interventi decisivi nella prima frazione, ma nella ripresa i ragazzi di Mihajlovic spariscono dalla partita e costruiscono poco. Dopo un tocco di mano di Soumaoro, Doveri assegna il secondo penalty ai rossoneri: dal dischetto si presenta Kessie, che non sbaglia e firma lo 0-2. Pratica chiusa fino all’80’, quando il gol di Poli regala un finale inaspettatamente concitato. Donnarumma è provvidenziale su un colpo di testa di Soriano, vicinissimo al 2-2. Da sottolineare la buona prestazione del rossonero Tomori, il difensore centrale acquistato in questa finestra di mercato dal Chelsea e schierato accanto a Romagnoli.

Ibrahimovic, altro errore su rigore: para Skorupski in Bologna-Milan!

Guarda la gallery

Ibrahimovic, altro errore su rigore: para Skorupski in Bologna-Milan!

Skorupski para un rigore ad Ibra, poi segna Rebic

Subito pericoloso il Bologna al 2′, sull’asse Tomiyasu-Sansone: il primo crossa bene dalla destra, il secondo manca l’appuntamento con il pallone. Dalla parte opposta del campo lo colpisce, ma male, Leao al 6′. Cinque minuti dopo Theo Hernandez calcia in mezzo su una punizione dal limite, sembra un cross, ma il suo tiro teso è invece diretto in porta e quasi sorprende Skorupski, che solo con un guizzo riesce a deviare sulla traversa. Al 19′ si vede Ibrahimovic, che prova a lasciare sul posto il suo marcatore e a dribblare il portiere del Bologna, che però agguanta la sfera in uscita bassa. Dal 22′ al 23′ succede di tutto: Skorupski nega due volte la rete ad Ibrahimovic, prima su colpo di testa  e poi sul seguente tap-in tentato dalla punta rossonera. Sul prosieguo dell’azione Dijks trattiene Leao che cade in area: Doveri ammonisce l’autore del fallo e fischia il rigore per il MIlan. Dal dischetto si presenta Ibrahimovic, ma viene ipnotizzato ancora una volta dal portiere del Bologna che respinge il suo tiro; sulla ribattuta si avventa Rebic che non sbaglia e firma lo 0-1 al 26′. Al 39′ il Bologna va vicinissimo al pareggio con Sansone, che sfrutta un filtrante di Soriano per arrivare a tu per tu con Donnarumma: il rasoterra centra le gambe del portiere ospite. Subito dopo torre perfetta di Ibra per Calabria che di testa non riesce a beffare Skorupski. Altro cambio di fronte e Donnarumma salva ancora, stavolta in uscita bassa su Dominguez.  Gli ultimi minuti della prima frazione e quello di recupero assegnato trascorrono senza ulteriori brividi. Le squadre fanno quindi ritorno negli spogliatoi sullo 0-1 dopo un primo tempo che ha visto ergersi a protagonisti positivi i due portieri.

Kessie raddoppia su rigore, Poli non basta

Il secondo tempo inizia senza cambi e dopo 25 secondi Soriano prova subito ad impensierire Donnarumma: la sua conclusione viene però deviata fuori. La risposta rossonera arriva con Leao e Ibrahimovic, ma il primo non riesce a calibrare bene il cross per il secondo. Al 51′ Rebic diventa il secondo ammonito della gara. Tre minuti dopo Soumaoro in un contrasto in area con Ibrahimovic tocca il pallone con la mano e Doveri assegna il secondo penalty della partita per il Milan. Stavolta lo batte Kessie che tira centralmente e beffa Skorupski per lo 0-2. Al 56′ cartellino giallo per Soriano. Il Bologna non si arrende ma allo stesso tempo non riesce ad essere davvero pericoloso: il tiro da lontano di Orsolini al 59′ viene bloccato senza patemi da Donnarumma. Invece il Milan, quando attacca, rischia sempre di far male, come avviene con il tiro da fuori area di Calabria al 61′. Pioli effettua i primi cambi: dentro Krunic e Bennacer per Rebic e Tonali. Mihajlovic risponde con Vignato, Svanberg e Olsen al posto di Sansone, Dominguez e Orsolini. Al 73′, dopo qualche azione confusa e poco pericolosa arriva il momento di Mandzukic, che rileva Leao. Mihajlovic tenta il tutto per tutto negli ultimi dieci minuti, facendo entrare Poli e Palacio al posto di Schouten e Dijks. Sono proprio i due subentrati a costruire l’azione che porta al 2-1, finalizzata dalla sassata che Poli scarica alle spalle di Donnarumma da posizione ravvicinata. Torna alla carica il Bologna che sfiora subito dopo il pareggio con un colpo di testa di Soriano deviato dall’ennesimo volo di Donnarumma. Il Bologna cerca disordinatamente e invano il pareggio anche nel corso dei quattro minuti di recupero, ma il triplice fischio spegne ogni speranza.

BOLOGNA-MILAN 1-2: TABELLINO E STATISTICHE

Precedente AUDIO Scamacca-Juve, il Sassuolo vuole l'obbligo. Le ultimissime Successivo Bologna-Milan 1-2, il tabellino

Lascia un commento