Bologna, Mihajlovic e il caso delle frasi sul pullman: chiarimento con gli ultras

BOLOGNA – Una pacca sulle spalle di uno dei ragazzi della curva da parte di Mihajlovic, “arrivederci mister” la sua risposta. Dopo 45 minuti o poco più di confronto, è tornata la pace tra Sinisa e quei tifosi che venerdì sera prima di Bologna-Benevento erano andati a incitare la squadra all’arrivo del pullman al Dall’Ara sfidando il grande freddo e che non avevano potuto accettare i “cazzeggi”, o se preferite le frasi ironiche, del tecnico serbo finite in un video che inopportunamente qualcuno aveva fatto uscire, non pensando al putiferio che avrebbe potuto provocare. Come poi è accaduto.

Mihajlovic, le foto del confronto con gli ultras del Bologna

Guarda la gallery

Mihajlovic, le foto del confronto con gli ultras del Bologna

Il confronto

La nota della società nel tentativo di spiegare il clamoroso autogol, il primo striscione appeso fuori dallo stadio contro gli occupanti del pullman e una nota estremamente critica nei confronti di Mihajlovic, poi il secondo striscione appeso a Casteldebole che sottolineava il comportamento sbagliato della squadra intera, infine le accuse rivolte soprattutto allo stesso Miha sui siti e sui social. No, mai sarebbe dovuto succedere quello che è successo, perché sarebbe stato sufficiente che lunedì questi tifosi si fossero presentati a Casteldebole per chiedere a Sinisa una spiegazione e un chiarimento e Sinisa gli avrebbe dato l’una e l’altro. Perché è vero che da una parte non avrebbe mai chiesto scusa, ritenendo di non aver offeso nessuno, ma da un’altra sarebbe stato felice di chiudere da subito questa brutta vicenda. […]

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna del Corriere dello Sport – Stadio

Mihajlovic: "Abbiamo fallito a livello mentale"

Guarda il video

Mihajlovic: “Abbiamo fallito a livello mentale”

Precedente Mihajlovic e Ibrahimovic canteranno insieme a Sanremo! Successivo Le pagelle di Politano: perde il pallone del 2-0. Invisibile per Tuttosport

Lascia un commento