Bologna: infortunio Arnautovic, arriva un’altra batosta

Il Bologna trema. Il suo ariete Marko Arnautovic, manca da inizio 2023 e la data del suo rientro non è ancora certa.

Il centravanti austriaco infatti è fondamentale per il gioco di Thiago Motta, l’erede di Sinisa Mihajlovic l’ha avuto per pochissimo tempo a disposizione.

Marko Arnautovic saluta i suoi tifosi.
Marko Arnautovic.

I rossoblù, stante l’incertezza sul futuro del loro cannoniere principe, potrebbero decidere di intervenire sul mercato. Obiettivo del Bologna, ovviamente, una punta.

Il Bologna segna poco, senza Arnautovic ancora meno

Il Bologna dopo 19 giornate è dodicesimo in classifica con 23 punti. Una differenza reti di meno sei, con 24 gol realizzati e 30 incassati. Insomma, serve un affare importante in questa sessione di mercato per rilanciare la squadra di Joe Saputo. Thiago Motta vuole una punta, è la priorità in questa sessione di trattative.

Arnautovic; ancora incerta la data del rientro.
Arnautovic sembra indicare la strada alla squadra.

Arnautovic ha visto il campo l’ultima volta lo scorso 4 gennaio, giocando tutto il match perso 1-0 all’Olimpico con la Roma. Fatica che è costata cara perché ha determinato l’infortunio al piede che ancora lo tiene fuori. In 14 match in serie A, l’attaccante austriaco ha segnato otto reti e fornito un assist. Un terzo delle segnature dei felsinei è stato siglato dall’ex West Ham. Nella classifica dei marcatori, segue il centrocampista scozzese Ferguson Lewis, a quota tre, quindi gli unici due altri della rosa con due gol: Riccardo Orsolini e Musa Barrow. Il Bologna in attacco deve muoversi sul mercato, bisogna chiudere una trattativa subito.

Arnautovic: nessuna certezza sul suo rientro

Compirà 34 anni il prossimo 19 aprile, ma il centravanti viennese resta imprescindibile per Il Bologna. Purtroppo, il Bologna non sa quando potrà nuovamente contare sul suo attaccante. I compagni di reparto, come già ricordato, latitano in zona goal. L’unico che per struttura fisica gli assomiglia, Joshua Zirkzee, lo sta facendo decisamente rimpiangere. Alto 1,93, arrivato nell’ultima sessione di mercato dal Bayern Monaco per 8,5 milioni di euro, la pertica olandese ha giocato solo 271 minuti, spalmati su sette match. Per l’attaccante di Schiedam quindi, un rendimento chiaramente sotto le aspettative. Non si registrano notizie su particolari trattative di mercato, ma il Bologna per dormire sonni tranquilli, deve intervenire nel reparto offensivo.

Arnautovic: “Non so quando torno”

Sul rientro di Arnautovic nessuna garanzia. Dopo l’1-1 interno in rimonta con la Cremonese, la punta del Bologna non ha offerto alcuna certezza ai propri tifosi. “Quando torno? Lo sa solo Dio, io no”, ha risposto ai cronisti Arnautovic, creando ulteriore ansia tra i suoi supporter. La prima data possibile per rivedere Arnautovic in campo è quella del prossimo 5 febbraio, giorno di Fiorentina-Bologna.

Thiago Motta: “Prima arrivano i rinforzi e meglio è”

L’allenatore del Bologna, Thiago Motta, ha le ide chiare su come muoversi in questa sessione di calciomercato. Pur non forzando la mano, il 7 gennaio scorso, prima del match con l’Atalanta, l’ex centrocampista dell’Inter ha illustrato lo stato dell’arte. “Possiamo lamentarci perché non c’è oppure andare avanti con gli altri, che hanno un potenziale enorme. Marko non lo abbiamo, dopo questo periodo valuteremo come sta e prenderemo la migliore situazione possibile. Noi continueremo a lavorare al massimo”, ha affermato l’allenatore italo-brasiliano. Sulla pressione da fare sul club per chiudere presto una trattativa, Motta non si è sbilanciato. “Alla società io chiedo, e tanto. La priorità oggi è trovare soluzioni a chi ha meno spazio. E poi trovare giocatori in linea con ciò che vogliamo per rinforzarci. Vedremo a fine mercato cosa riusciremo a fare. Come allenatore prima i rinforzi arrivano e meglio è”, ha ribadito.

L’articolo Bologna: infortunio Arnautovic, arriva un’altra batosta proviene da Calcionow.

Precedente Ginnastica ritmica, Stefania Fogliata sospesa/ "Ci chiamava 'maiali'. Sberle e..." Successivo Gavettoni di birra e sprangate: scontri durante Shalke-Lipsia

Lascia un commento