Bologna, da Saelemaekers a Odgaard e Gosens: la Champions per il mercato

Una pioggia di denari per garantirsi un futuro ad alto livello e provare ad aprire un ciclo che possa rivelarsi duraturo. Un po’ come accaduto in questi anni all’Atalanta. Un modello da seguire e che a Bologna hanno saputo riprodurre alla perfezione. Merito dall’architetto di entrambi i progetti. Quel Giovanni Sartori che sul mercato non ha sbagliato una mossa, mettendo a disposizione del tecnico Thiago Motta un gruppo di grande talento e dalle potenzialità enormi. Molti di loro, però, non sono di proprietà del club rossoblù. Ecco perché i proventi derivanti dalla qualificazione alla prossima Champions League possono aiutare il club a trattenerli, completando il riscatto dei loro cartellini. Già scattato l’obbligo per Remo Freuler. Nelle casse del Nottingham Forest finiranno 4 milioni, mentre il centrocampista svizzero proseguirà la sua avventura alla corte di Saputo fino al 2026.

Bologna, gli obiettivi del mercato

Adesso il Bologna punta a trattenere Alexis Saelemaekers, fresco di cambio agente. L’esterno belga si è affidato a Gordon Stipic, che lavora alla permanenza del classe 1999 in rossoblù. Per la gioia pure del Milan, che incasserebbe 10 milioni. Sotto le Due Torri rimarrebbe volentieri anche il terzino danese Victor Kristiansen, il cui diritto di riscatto è fissato a 15 milioni. Tanti, forse troppi per esercitare l’opzione dal Leicester. Probabile che nelle prossime settimane il Bologna possa sedersi di nuovo al tavolo delle trattative con le Foxes per capire i margini di un nuovo accordo. Al ribasso e cercando di strappare uno sconto. Non dovesse esserci l’intesa con gli inglesi, Sartori potrebbe tornare alla carica per un suo vecchio pallino. Quel Robin Gosens portato e lanciato all’Atalanta proprio dall’attuale responsabile dell’area tecnica bolognese. L’esterno tedesco ha nostalgia della nostra Serie A e tornerebbe volentieri in Italia dall’Union Berlino, anche se l’ingaggio elevato (guadagna 3 milioni a stagione) rappresenta un ostacolo non di poco conto al buon esito della trattativa.
Cifre decisamente più abbordabili per quanto riguarda l’acquisizione a titolo definitivo dell’attaccante Jens Odgaard, arrivato dall’Az Alkmaar a gennaio. Per trattenerlo in Emilia servono 4 milioni più 1 di bonus. La punta danese ha dimostrato di saperci fare e ha già realizzato 2 reti in appena 5 apparizioni. Mica male. Tutte mosse di mercato sostenibili e realizzabili, conquistando l’Europa più nobile. Quella della Champions. Per questo la gara di domani al Dall’Ara contro l’ultima in classifica diventa una ghiotta occasione per consolidare la quarta posizione come ammesso dallo stesso Motta: «Abbiamo la responsabilità di continuare sulla strada che abbiamo intrapreso a cominciare dalla partita contro la Salernitana. Guai a sottovalutarla: si giocano la salvezza e hanno appena cambiato l’allenatore, ma ci faremo trovare pronti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Allegri e Juve che triste finale. Con questo Leao il Milan può vincere l’Europa League. I soliti errori di Italiano. Sarri come Mou, dove va essere esonerato prima Successivo Il Bayern cade in casa con il Dortmund! Xabi Alonso scappa via

Lascia un commento