Bologna, Arnautovic: parte la volata per Udine

BOLOGNA – A Udine, a meno di contrattempi, Marko Arnautovic ci sarà. Gli esami strumentali hanno escluso lesioni, ma il dottor Gianni Nanni e il dottor Giovanni Sisca hanno deciso di sottoporlo a terapie specifiche e a farlo lavorare, al massimo, in modo estremamente blando fino al termine di questa settimana. E dopo l’austriaco potrà aumentare i carichi fino al rientro in gruppo, mercoledì. E prossimamente sono in programma nuovi accertamenti per verificare l’evoluzione della situazione. Un fatto è sicuro, per i sanitari: se l’attaccante avesse risposto alla chiamata della nazionale, il rischio di uno stiramento, se non di uno strappo, sarebbe stato concreto. E dall’altra parte, se non ci fosse stato l’avvertimento dello staff medico, Arnautovic non avrebbe mai voltato le spalle alla nazionale. Una dimostrazione, quest’ultima, del suo carattere, del suo esempio e della sua cattiveria in campo che, nelle idee di Mihajlovic e Sabatini avrebbe aiutato la squadra, soprattutto i giovani, a crescere. E questo è regolarmente accaduto. 

Lazio ko a Bologna: Mihajlovic fa festa contro Sarri

Guarda la gallery

Lazio ko a Bologna: Mihajlovic fa festa contro Sarri

L'aquila oggi non vola, Bologna-Lazio 3-0

Guarda il video

L’aquila oggi non vola, Bologna-Lazio 3-0

Precedente Sanchez, Ct del Cile preoccupato: "All'Inter gioca poco. È un problema" Successivo Brighton, arrestato Bissouma con l'accusa di violenza sessuale

Lascia un commento