Bologna, Antov: “Sarò all’altezza della Serie A”

BOLOGNA – “Sono un difensore centrale, mi considero intelligente nelle letture tattiche. Vengo dalla Bulgaria che ha una grande tradizione calcistica e voglio dimostrare agli italiani che ci sono ancora giocatori di valore nel nostro Paese. Voglio migliorarmi e aiutare la squadra con tutte le mie forze“. Parola di Valentin Antov, difensore centrale appena approdato al Bologna. “A chi mi ispiro? Non ho idoli in particolare, ma guardando i principali campionati europei e i campioni che ci giocano credo di poter imparare molto da tutti. Qui a Bologna posso confrontarmi con calciatori di livello superiore, ho ancora da imparare. In Italia mi piace molto Matthjis De Ligt perché anche lui è giovane e, come me, viene da un altro paese per affermarsi a livello mondiale. Ora posso vederlo giocare e questa è una grande motivazione per un ragazzo giovane come me. Hobby fuori dal calcio? La maggior parte del tempo la passo con gli allenamenti e quando posso rilassarmi mi piace stare con i miei amici e guardare la tv”.

Mihajlovic: "Oggi Bologna meglio del Milan"

Guarda il video

Mihajlovic: “Oggi Bologna meglio del Milan”

“A Bologna per conquistarmi un posto in squadra”

“Quanto tempo servirà per adattarmi? Prima di venire qui ho già visto diverse partite di Serie A, è uno dei migliori campionati al mond, molto fisico e tattico, ma credo di esserne all’altezza. Certamente dovrò integrarmi, ma farò di tutto per farlo nel minor tempo possibile. Sicuramente mi aiuteranno lo staff e i compagni – ha spiegato Antov – ed ero ansioso di conoscere tutti: non ci sarà nessun tipo di problema”. Il punto debole del difensore è il fatto “di non essere velocissimo nei primi metri di corsa, ma con il lavoro potrò migliorare. Sono nel posto ideale per farlo“. Sulla scelta di sposare la causa del Bologna Antov ha rivelato: “Era un’opportunità che non potevo rifiutare e tengo a ringraziare il CSKA Sofia, si sono comportati benissimo e non mi hanno trattenuto. Ora sono felice e voglio conquistarmi il posto facendo del mio meglio per aiutare la squadra”. “Difesa a tre o a quattro? Ho giocato tanto a quattro e forse così mi sento più a mio agio, ma negli ultimi mesi ho giocato anche a tre. Sarà l’allenatore a decidere, io mi farò trovare pronto in ogni caso” ha concluso Antov.

Precedente Milan, Bennacer: "Scudetto? Pensiamo di gara in gara. Kessie incredibile" Successivo Igli Tare, pitbull sbrana sua barboncina e lo ferisce/ Ds Lazio salvato da vigilanza

Lascia un commento