Bianchi: "Napoli maturo per lo scudetto"

NAPOLI – “Prima o poi lo scudetto arriverà“: queste le parole di Ottavio Bianchi, allenatore del primo titolo italiano conquistato dal Napoli. Intervenuto ai microfoni di “Febbre a 90”, trasmissione di Vikonos Web Radio/Tv, il tecnico ha elogiato la squadra di Spalletti, autrice di un grande inizio di stagione: “Il Napoli – spiega Bianchiha il vantaggio di non aver cambiato la rosa dei giocatori, avendo oltretutto inserito un allenatore bravo come Spalletti. Inoltre, la società è solida, valida. Gli azzurri ci hanno messo anche tanta qualità e sono meritatamente in testa. Il Napoli mi sembra una squadra forte in ogni reparto: società, giocatori, tecnico. Anche l’ambiente appare più maturo, la squadra ha ormai l’abitudine di frequentare la zona alta, non ci sono più difficoltà se non arriva una vittoria. Per ora vedo un duello con il Milan, mentre l’Inter ha una grossa rosa che però ha perso qualche punto di troppo. Nel calcio abbiamo comunque visto grandi rimonte“.

Di Lorenzo replica a Simeone: pari, legni e rossi in Napoli-Verona

Guarda la gallery

Di Lorenzo replica a Simeone: pari, legni e rossi in Napoli-Verona

“Gli scontri diretti? Saranno più preoccupate le avversarie”

Dopo la sosta per gli uomini di Spalletti sono in programma molti scontri diretti. Ma, secondo Bianchi, il mal di testa lo avranno le concorrenti dei partenopei: “Si dovranno preoccupare le altre – afferma l’ex tecnico – di affrontare un Napoli che gioca bene, ha una grande difesa, molti sbocchi offensivi e un centrocampo collaudato. Oltre a ricambi all’altezza. Gli scontri diretti sono importanti, certo, ma sono fiducioso. I cinque cambi? Ho sempre sperato di allenare una squadra con i cambi tipo basket, questa novità si avvicina molto alla mia idea. Si può sostituire mezza squadra e la differenza tra rose definite ed altre meno, è più netta“. A proposito di rose: in quella del Napoli c’è un giocatore che ha favorevolmente impressionato Bianchi. E non solo lui: “Anguissa è una bella sorpresa – sottolinea – una pedina importante per il Napoli. Ritengo la Coppa d’Africa un problema di poco conto: chi veniva da trasferte in Brasile o Argentina aveva il problema dell’ambientamento ad un clima diverso“.

Precedente Pioggia di gol in Germania-Liechtenstein Successivo Servono tre rinforzi. Ecco tutti i nomi sulla lista di Mourinho

Lascia un commento