“Bevo birra, ma non voglio diventare Peppa Pig”: l’ex Real a briglia sciolta

“Mi sto mantenendo in attività, non voglio assomigliare a Peppa Pig” – ha detto Hazard in un’intervista ad Evening Standard. L’ex giocatore del Chelesea e del Real Madrid ha raccontato la sua quotidianità, tra tanto tempo libero e anche qualche attività fisica. Il belga è ritornato anche sull’esperienza in Spagna, che ha sancito la fine della sua carriera dopo il grande exploit in Premier League e il passaggio ai Blancos a suon di milioni.

“Mi manca il calcio, gioco a padel e bevo qualche birra”

“Se potevo continuare a giocare? Penso di sì, ma ho deciso di chiudere con il calcio, perché avevo affrontato troppi infortuni nell’ultimo periodo. Non ho rimpianti. Mi manca un po’, lo ammetto, soprattutto lo spogliatoio, ma adesso posso fare quello che voglio. Ho dei figli e una famiglia. Posso tornare in Belgio dai miei parenti e fare un sacco di altre cose. Adesso è arrivato il momento di godersi la vita bevendo qualche birretta. Ma non voglio trasformarmi in Peppa Pig! Continuo a tenermi in attività giocando a tennis, padel, corro e gioco a calcio con i miei amici” – ha spiegato Hazard. L’avventura con i Blancos non è andata bene, ma il belga ne conserva questo ricordo: “Era il mio sogno, anche se la storia non è stata bella tra infortuni e altre cose. Quando mi guardo indietro e vedo alcune foto di me con indosso la maglia del Real Madrid, sale l’orgoglio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Un talento al giorno, Emmanuel Michael: un terzino tuttofare per il futuro della Nigeria Successivo Lazio, prove di svolta per Tudor: c’è la difesa a 3

Lascia un commento