Bernardeschi così non va: sempre più utilizzato, ma mai decisivo. E senza gol…

Quella contro il Napoli è stata la sua 28esima presenza in stagione, ma ancora una volta non ha convinto. Ha una media di 34 minuti a partita e non ha ancora segnato, come mai gli era successo in carriera

Sempre più utilizzato, sempre meno decisivo. Federico Bernardeschi non riesce a convincere: quella contro il Napoli è stata la sua 28esima presenza in stagione, ma nemmeno al Maradona il giocatore ha inciso più di tanto sul match, anzi a tratti è parso un corpo estraneo, come conferma il 5 rimediato nelle pagelle della Gazzetta. Impiegato da Pirlo ad inizio gara alla destra di Bentancur, complici le indisponibilità di Arthur e Ramsey, non ha trovato passo e tempi per rendersi utile, fino a quando è stato sostituito con McKennie.

critiche social

—  

Sui social è stato uno dei giocatori bianconeri più bersagliati dalle critiche dei tifosi. Anche i numeri in effetti parlano di una gara decisamente sottotono per i 63 minuti in cui Federico è rimasto in campo: un solo tiro all’attivo, senza inquadrare la porta, e 22 passaggi riusciti contro 14 palle perse. Insomma, un apporto alla causa piuttosto trasparente anche nelle cifre.

E ora?

—  

La partita col Napoli non rappresenta peraltro un‘eccezione nell’iter stagionale di Bernardeschi, che dopo tre stagioni e mezzo in bianconero ancora non è entrato fra le certezze della squadra e non ha trovato una sua precisa identità tattica nello scacchiere di Pirlo. Per restare a questa stagione, solo 9 volte su 28 è partito titolare, giocando in 19 occasioni da subentrato, ma soprattutto rimanendo in campo per 90’ solo in due match (contro il Cagliari e contro il Genoa in coppa Italia), con una media di 34 minuti a gara. E zero gol segnati, come mai gli era successo in carriera. Mercoledì c’è il Porto: dopo sei presenze nelle precedenti sei gare della competizione, Pirlo sarà o meno dell’idea di regalargli un’altra chance?

Precedente Le pagelle della Fiorentina - Dragowski male, Vlahovic rimedia. Martinez Quarta si conferma Successivo Muriel al 90' fa piangere Di Fra, la Var lo fa infuriare. L'Atalanta si rialza, crisi Cagliari

Lascia un commento