Bentornato Sheva: sette amici rossoneri salutano il suo ritorno

L’avventura di Andriy Shevchenko con il Genoa è cominciata. Ieri l’ex attaccante e ex allenatore dell’Ucraina ha diretto il primo allenamento insieme al fidato vice Mauro Tassotti. Il ritorno di Sheva in Italia in veste di allenatore è stato un colpo a sorpresa. Un’operazione che ha creato clamore, perché molti forse se lo sarebbero immaginato sulla panchina del Milan in futuro, e prima un passaggio nei club di Premier League. Ma il calcio è pieno di colpi di scena e ora ecco Shevchenko in campo con la tuta del Grifone. L’arrivo di Shevchenko sulla panchina del Genoa ha creato interesse in tutta Europa e alla conferenza di presentazione oggi si sono accreditati 40 giornalisti, cifra anomala per il club, che ha richiesto l’utilizzo della sala principale dello stadio. Con la nuova proprietà si apre una nuova era, tutta americana. Il club ha preso atto a malincuore ieri delle dimissioni dopo 18 anni del medico sociale, Piero Gatto, figlio di Pierluigi Gatto, storico medico rossoblù noto anche per aver salvato la vita a Antognoni. Era arrivato con Preziosi: ora si chiude un ciclo. Il Genoa si avvia alla scoperta di nuove soluzioni e Sheva ha scelto una sfida dura, ma affascinante. Intanto 7 amici (7 come la maglia che indossava quando giocava), gli danno il bentornato a casa. In Serie A.

Precedente Jorginho: “Il Pallone d’oro? Sì, ci penso. E se andiamo in Qatar...” Successivo De Zerbi: "Ciao Champions, ma non cambio idea. E costruisco lo Shakhtar di domani"

Lascia un commento