Bentornato Mihajlovic: Sinisa prepara il finale di stagione del Bologna

BOLOGNA – Domani, venerdì al massimo, Sinisa Mihajlovic tornerà a Casteldebole, riprenderà ad allenare la sua squadra, il Bologna, e tornerà a prendersi la normalità che merita. Per la seconda volta. Intanto, ieri, l’allenatore rossoblù si è goduto una passeggiata all’aria aperta assiema alla moglie Arianna e alla nipotina Violante. Una passeggiata lunga quasi cinque chilometri. Cuffia in testa, cappuccio, tuta leggera, Mihajlovic si è goduto ogni istante. «La vera ricchezza», si legge nel post pubblicato su Instagram da Arianna. E cuori, cuori dappertutto. Mihajlovic aveva bisogno di stare all’aria aperta e ieri a Roma il tempo era perfetto. Domenica, invece, Mihajlovic sarà in panchina contro il Venezia, lo ha già detto alla squadra e salvo ripensamenti dell’ultimo minuto il tecnico serbo guiderà i rossoblù live. Basta dirette, call, videochiamate. Mihajlovic si riprenderà la squadra e la tensione della gara. Lunedì o martedì, poi, tornerà di nuovo nella Capitale. Mihajlovic ha già voglia di ricominciare con l’attività fisica, palestra, corsa, per tornare in piena forma.

Volontà

Dal 26 marzo scorso, giorno in cui Mihajlovic di fatto salutava con un arrivederci Casteldebole, il suo staff e i suoi giocatori, all’uscita dal Sant’Orsola sono passati 35 giorni: un mese o poco più nel quale il tecnico del Bologna ha guidato i suoi dalla sua stanza d’ospedale in una sorta di ricovero-bis, necessario dopo la ricomparsa del rischio della malattia, dopo il trapianto di midollo del 2019. Ora Sinisa avrà i controlli di routine, ma per questo finale di stagione potrà condividere con i suoi giocatori il momento della partita. Ancora da capire se potrà entrare negli spogliatoi o se ci vorrà ancora qualche tempo. Ma la sua presenza a Venezia è un segnale forte, è un’altra vittoria di Sinisa. A quattro giornate dalla fine, il gruppo vuole regalare al suo tecnico altre soddisfazioni. Sono dieci i punti raccolti in sei partite dai rossoblù senza Mihajlovic. Oltre al pari contro la Juventus, tra i risultati di prestigio anche il successo contro l’Inter al Dall’Ara e il pari contro la Roma all’Olimpico. Ora Mihajlovic vuole chiudere il campionato in bellezza.

Allenamenti

Sorridente, felice, il Mihajlovic della foto pubblicata ieri da Arianna nei pressi del laghetto di Tor di Quinto è pieno di gioia. In queste ore la vita è quella da nonno, con la sua nipotina. «Bentornato nonnino, ci sei mancato tanto», aveva postato su Instagram Virginia Mihajlovic, la figlia di Sinisa, mentre coccolava la piccola Violante. Mihajlovic trascorrerà ancora qualche ora a casa, oggi, forse domani, prima di tornare a Bologna e riprendere in mano la squadra. Squadra che oggi continuerà a essere guidata dallo staff rossoblù, da Emilio De Leo e Miro Tanjga in testa. Oggi il gruppo tornerà a raggrupparsi a Casteldebole, un ripresa pomeridiana (ore 15.30) a porte aperte, nella marcia di avvicinamento alla sfida del Penzo. Trasferta, quella veneziana, piena di complessità a livello logistico. Allo stadio si arriva solo via mare e anche per Sinisa andrà organizzata nei minimi dettagli.

Bologna, Mihajlovic torna a casa

Guarda il video

Bologna, Mihajlovic torna a casa

Precedente Maycon: la guerra in Ucraina, De Zerbi e il ritorno in Brasile Successivo Theo Hernandez senza sosta: è l'energia del Milan

Lascia un commento