Benevento, Inzaghi: “Sampdoria più forte, ma dovevamo chiuderla”

BENEVENTO – “Sono molto soddisfatto della mia squadra, ma il calcio è così. Se penso ai cambi della Sampdoria e a chi avevamo davanti vuol dire che siamo sulla giusta squadra. Poi, però, quando metti un giocatore davanti al portiere 3 o 4 volte devi chiuderla e fare il 2-0…“. Filippo Inzaghi ha analizzato così, ai microfoni di Sky, l’1-1 casalingo del suo Benevento. “Noi siamo una matricola, ma oggi siamo qui e ci siamo trovati davanti un portiere favoloso, capita. Ad ogni modo abbiamo dimostrato di potercela giocare contro chiunque e i complimenti di Ranieri, per me, sono motivo di soddisfazione. Rimpianti? Insomma, la Samp ha batutto l’Inter qualche settimana fa e ai miei non posso rimproverare niente. Gaich? Ha caratteristiche che ci possono servire, ma anche 21 anni: non carichiamolo di troppe responsabilità, anche perchè recupereremo pure Moncini“.

Keita risponde all'ex Caprari: Benevento-Sampdoria finisce 1-1

Guarda la gallery

Keita risponde all’ex Caprari: Benevento-Sampdoria finisce 1-1

“Tante frecce al nostro arco, non possiamo giocare con sole due punte”

Sul ritorno alla difesa a quattro: “Dobbiamo mantenere questa struttura perchè con i titolari abbiamo a disposizione tante frecce al nostro arco e non possiamo pensare di giocare con sole due punte. Troppe aspettative dall’ambiente? Non ce l’ho con nessuno, ma a inizio anno sembravamo già condannati e sono dispiaciuto che non ci siano i nostri tifosi. All’inizio ho cavalcato l’onda di chi ci dava già retrocessi per fare questo miracolo: noi ci crediamo, non stiamo qui a pettinare le bambole. Finora ci stiamo riuscendo e dobbiamo proseguire su questa strada” ha concluso Inzaghi.

BENEVENTO-SAMPDORIA 1-1: NUMERI E STATISTICHE

Precedente DIRETTA/ Empoli Fiorentina Primavera (risultato 0-1) video streaming: gol si Spalluto Successivo Juve, l'esultanza corre sui social. Ecco i post dei campioni. Buffon e Pirlo...

Lascia un commento