Benevento, Inzaghi: “Avremmo meritato di vincere. Ora possiamo giocarcela con chiunque”

Un punto per uno che, tutto sommato, non scontenta il Benevento che dopo aver condotto la partita per due terzi del match ha rischiato di perderla nel finale. Tanto gol sbagliati, poi, subito dopo il pari, il rischio di perdere.  L’1-1 permette a Inzaghi di tornare a muovere la classifica. Al di là del punto, i sanniti ritrovano certezze e sicurezze. La prestazione è ottima. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di Sky Sport. 

PUNTO –  Sfida di altissima intensità ma con la consapevolezza di una ritrovata solidità. “Sono molto soddisfatto della mia squadra, sono felice di aver pareggiato. Avevamo di fronte un’avversario temibile che poche settimane fa ha battuto l’Inter. Se la Samp parla di scampato pericolo significa che siamo sulla strada giusta. Abbiamo sofferto e siamo usciti fuori alla distanza, peccato che Audero abbia parato tutto. Alla fine rischiamo anche di perderla. Siamo comunque molto contenti. Capita a volte di non chiudere la partita, e se non ci si riesce la Samp ha i cambi che possono rovesciare la partita. Questo è il calcio ma mi porto a casa i complimenti di Ranieri e la consapevolezza di potercela giocare con chiunque. Probabilmente tutti si ricordavano del vecchio Benevento in serie A. Mi sarebbe piaciuto un riconoscimento diverso, ma continuiamo a giocare a testa alta, perché è questa la strada da perseguire”.

PROSPETTIVE – La salvezza resta largamente alla portata di una squadra che deve gestire il vantaggio di una classifica piuttosto lunga in coda. “Sono molto fiducioso, dobbiamo continuare su questa strada. Presto recupereremo tutti e avremo maggiore ampiezza di scelta. Avremmo meritato i tre punti ma la prossima volta dobbiamo chiuderla prima. Mi spiace vedere i ragazzi tristi dopo un pari con la Sampdoria. All’inizio del campionato, quando tutti ci davano per retrocessi, avremmo festeggiato un pari con i blucerchiati. Questo dimostra la nostra crescita. Continueremo a giocare un calcio offensivo. Difendersi in serie A porta a poco, questa  è la strada che ci ha dimostrato la possibilità di farcela a dispetto dei pronostici”.

<!–

–> <!–

–>

Precedente Juve, l'esultanza corre sui social. Ecco i post dei campioni. Buffon e Pirlo... Successivo Nove maglie, la stagione da 50 gol: così Ibra ha distribuito le sue 500 gemme

Lascia un commento