Belotti per la doppia cifra, Mertens fatale con il Toro, Leao sempre più fondamentale per il Milan

Skriniar, Luis Alberto e tanti altri consigli per la 36ª giornata

Mario Ruggiero

6 maggio – Milano

Ci avviciniamo, sempre più veloci, alla fine del torneo. Da oggi inizia la trentaseiesima giornata. Tutto ancora da decidere sia in vetta che nei bassifondi della classifica. Il turno parte con il doppio anticipo del venerdì: alle 18.45 Inter – Empoli, alle 21 Genoa – Juventus e termina lunedì con Fiorentina – Roma. In mezzo tante sfide interessanti: il Milan sfida il Verona, il Napoli affronta il Torino, Salernitana – Cagliari darà, inevitabilmente, un pezzo di salvezza ad una delle due squadre. Andiamo ad analizzare le possibili dieci sorprese (più una) di questa giornata.

INTER VS EMPOLI

—  

I nerazzurri aprono il turno e hanno voglia di alimentare i sogni scudetto. I toscani, invece, con il pareggio della Salernitana a Bergamo sono aritmeticamente salvi. I meneghini sono la squadra che ha fatto più gol di testa: la fisicità di Skriniar (21 milioni) sui piazzati può fare la differenza.

GENOA VS JUVENTUS

—  

L’errore dal dischetto di Criscito nel derby ha quasi condannato il Grifone, costretto, ora, agli straordinari, a partire da stasera dove deve provare a vincere contro una Juventus con la testa alla finale di Coppa Italia e che è già aritmeticamente qualificata in Champions. I padroni di casa fanno molta fatica a segnare, ma Amiri (13 milioni) ha fatto vedere sprazzi del suo talento: magari stasera potrebbe segnare per la prima volta in A dopo esserci stato spesso vicino.

TORINO VS NAPOLI

—  

Granata in ripresa, agevolati anche da un ottimo Belotti (33 milioni), autore di una sontuosa tripletta contro l’Empoli: il ‘Gallo’ è a quota otto reti in campionato e può arrivare in doppia cifra per la settima volta consecutiva eguagliando un attaccante che, al fantacalcio, ha fatto le fortune dei fantallenatori, ossia Antonio Di Natale. Dall’altra parte, un Mertens (33 milioni) così in forma non si può non inserire nel vostro tridente: inoltre proprio con i granata il belga ha fatto vedere le giocate più belle della sua carriera…

SASSUOLO VS UDINESE

—  

Neroverdi in ‘crisi’: tre sconfitte consecutive con ben nove gol subiti. Prestazioni in calo per Scamacca, a secco da cinque giornate. L’Udinese rischia di avere assenze pesantissime in attacco, con Success e Beto in forte dubbio, ma occhio a Deulofeu (31 milioni), quest’anno in versione Re Mida: ogni palla che tocca si trasforma in bonus.

LAZIO VS SAMPDORIA

—  

Biancocelesti in corsa per l’Europa ma con risultati altalenanti nell’ultimo periodo e una difesa da rivedere. Samp che si presenterà all’Olimpico senza Sensi e con una buona striscia positiva (quattro punti nelle ultime due gare). Ai liguri servono pochi punti per salvarsi: non vincono in terra laziale dal 2005, ma il valore tecnico della rosa di Sarri ci fa propendere per i padroni di casa e per Luis Alberto (23 milioni): il ‘Mago’ molto meno performante rispetto alle altre annate è entrato bene a La Spezia e chissà che non possa dare un buon contributo alla squadra in questa sfida.

SPEZIA VS ATALANTA

—  

Sfida tra due squadre in difficoltà nel 2022. Lo Spezia vanta – da inizio febbraio in poi – ben otto sconfitte (solo il Venezia ha fatto peggio con dieci, ndr), l’Atalanta, invece, è in crisi nera ed è reduce da un girone di ritorno povero di punti (appena 18). Tuttavia, i nerazzurri hanno ancora delle speranze di arrivare in Europa. Puntiamo sulla buona vena di Pasalic (31 milioni) che ha segnato quattro gol allo Spezia (due doppiette, entrambe a Bergamo) e che ultimamente ha spesso trovato lo specchio della porta.

VENEZIA VS BOLOGNA

—  

Dopo la sconfitta maturata con la Salernitana ieri, il Venezia è a un passo dalla retrocessione in B. Anche vincendo contro il Bologna la formazione lagunare potrebbe salutare la compagnia. Il Bologna, invece, è in gran spolvero fermando in sequenza squadre del calibro di Milan, Juventus, Inter (vittoria) e Roma. Per questo puntiamo su Orsolini (20 milioni), la sua abilità nello stretto può creare non poche insidie alla difesa lagunare.

SALERNITANA VS CAGLIARI

—  

Spareggio-salvezza all’Arechi tra due squadre la cui permanenza in A sarà decisa, inevitabilmente, da questa sfida. La rincorsa dei campani è inarrestabile: tredici punti nelle ultime cinque partite, per la prima volta la squadra di Nicola è fuori dalla zona retrocessione. Gli isolani hanno sollevato dall’incarico Mazzarri affidando la panchina alla bandiera Agostini. Gara tesa, potrebbero esserci tanti ammoniti da una parte e dall’altra, ma Federico Fazio (6 milioni) può dire la sua con la bravura nei colpi di testa: inoltre, il centrale ha un bel feeling contro i sardi avendo già segnato tre volte in carriera ai rossoblù.

VERONA VS MILAN

—  

Solidità pazzesca del Milan che non perde da tredici gare di A e subisce poco anche grazie alle ottime parate di Maignan. Tuttavia, il Verona – al netto della cabala e della storia (spesso fatale ai rossoneri) – è una squadra da non sottovalutare e che ha dimostrato di dare filo da torcere a tutte le big del torneo. Sarà una gara equilibrata, ma puntiamo decisamente su un giocatore tra le fila dei rossoneri: Leao (30 milioni) sta trascinando il Diavolo con gol e giocate importanti, può essere ancora una volta lui l’uomo in più per la formazione di Pioli.

FIORENTINA VS ROMA

—  

Chiude la trentaseiesima giornata di campionato l’incrocio tra viola e giallorossi. E’ la gara in cui, al netto della stanchezza degli ospiti che hanno raggiunto la finale di Conference League, ci aspettiamo tanti bonus. I padroni di casa proveranno a riscattarsi dopo un pessimo momento (tre sconfitte consecutive), i capitolini – con Abraham (31 milioni) – proveranno a chiudere il discorso Europa. L’inglese è a secco da cinque giornate in A ma è reduce da un 2022 ricco di gol, l’ultimo lo ha siglato proprio ieri e ha consentito ai giallorossi di staccare il pass per la finale di Coppa. Pertanto, puntiamo sulla sua vena realizzativa.

Precedente Roma, gli ex Villar e Borja Majoral festeggiano la finale: "Siete incredibili!" Successivo Feyenoord, il tecnico Slot: “Mourinho? Ancora non ci penso...”

Lascia un commento