Belotti, che bel gesto. Sullo 0-3 fa togliere il giallo a Romero: “Non è fallo”

Nel primo tempo della sfida tra Torino e Atalanta il Gallo va a terra al limite. L’arbitro Fourneau fischia ed estrae il cartellino per il nerazzurro. Il granata però “smentisce” il direttore di gara, che a quel punto cancella l’ammonizione

Non è retorica e nemmeno sentimentalismo. E’ il calcio che vorremmo sempre vedere: pulito, sportivo, leale. Siamo al 33’ del primo tempo, Andrea Belotti va giù al limite dell’area bergamasca, l’arbitro Francesco Fourneau fischia la punizione a favore del Torino ed estrae il cartellino giallo sventolandolo all’autore del presunto fallo, Cristian Romero.

Tutto normale, vero? Eh no, fermi tutti. Perché il Gallo fa cenno al direttore di gara di non aver subito fallo. Ecco allora che Fourneau di fatto “cancella” l’ammonizione al difensore della Dea, facendo ripartire l’azione scodellando la palla sul punto dove si era fermata al momento dell’interruzione.

gesto

—  

Certo, i cinici diranno che si era sul 3-0 per l’Atalanta, che se il risultato fosse stato in bilico sarebbe andata diversamente. A noi piace pensare che non sia così. E in ogni caso il cinismo lo lasciamo a chi lo usa a dismisura. E siccome, come diceva Nereo Rocco, storico allenatore del Milan anni 60, “Dio vede e provvede”, ecco che otto minuti più tardi lo stesso Belotti va giù in area e stavolta il fallo c’è. Rigore che lo stesso Gallo ribatte in rete dopo che Gollini gli aveva respinto il tiro dal dischetto. Il giusto premio per un bellissimo gesto.

Precedente Pioli punta il Crotone: "Milan, sei solo a metà salita". E pungola Tonali... Successivo A Sky i diritti Champions ed Europa League per il triennio 2021-24

Lascia un commento