Belotti alla Roma a un passo: manca solo un dettaglio

ROMA – L’alba si avvicina, il Gallo scalda la voce. Nei prossimi giorni la Roma annuncerà l’ingaggio di Andrea Belotti, l’ultimo componente dell’attacco dei sogni progettato da Mourinho. L’affare diventerà ufficiale nelle stesse ore in cui Eldor Shomurodov passerà al Bologna, che ormai ha superato il Torino nella corsa a due. Tiago Pinto pretenderebbe un trasferimento in prestito con obbligo di riscatto ma le parti stanno concertando una soluzione intermedia: diritto di acquisto vincolato a condizioni ragionevoli, come il 50 per cento delle presenze, la salvezza del Bologna e un congruo numero di gol stagionali. La Roma, nella migliore delle ipotesi, incasserebbe 10 milioni nel 2023 senza produrre grandi minusvalenze, perché dopo due anni dall’arrivo dal Genoa (a 17,5 milioni) il suo valore contabile sarà stato quasi ammortizzato.

Roma da sogno con Wijnaldum e Belotti: la nuova formazione

Guarda la gallery

Roma da sogno con Wijnaldum e Belotti: la nuova formazione

Roma, ansia Belotti

Belotti da parte sua aspetta soltanto la chiamata decisiva. È stato rassicurato dalla Roma e per questo ha allontanato ogni altra tentazione, l’ultima delle quali venuta dalla Premier: il Wolverhampton gli offrirebbe anche uno stipendio più alto di quello che prenderebbe a Trigoria. Ma la sua scelta è stata fatta. L’accordo per tre anni a circa 3 milioni netti è soddisfacente, anche in relazione alle prospettive tecniche: con la Roma, Belotti per la prima volta potrà concorrere per vincere un trofeo e comunque giocare in campo internazionale. E’ contento pure Mourinho, che avrebbe (avrà) tantissime soluzioni offensive grazie alla politica dei Friedkin di investire sui calciatori svincolati. Dopo Matic, Svilar e Dybala, ecco un altro rinforzo a costo zero (più o meno).

Roma, Belotti resta in attesa

Guarda il video

Roma, Belotti resta in attesa

Mercato Roma, Zagadou

E non è tutto perché un quinto calciatore senza contratto potrebbe essere presto aggregato alla rosa. Si tratta di Dan-Axel Zagadou, difensore centrale mancino che ha concluso la sua avventura al Borussia Dortmund. Classe ‘99, sarebbe una scommessa utile a rinforzare il pacchetto di sentinelle. Movimenti anche tra i giovani: la Roma ha annunciato l’acquisto di un difensore francese classe 2003, Brian Silva. Arriva dal Jeanne d’Arc de Drancy, club che frequenta la quinta divisione locale. Curiosa la collocazione che gli prefigura la società nel comunicato: parla di rinforzo per «la Primavera» ma i giocatori della sua età da quest’anno potranno giocare soltanto come fuoriquota. E’ la stessa condizione di Cristian Volpato, che inizialmente era stato destinato al Sassuolo come contropartita di Frattesi e che invece per il momento è stato trattenuto a Trigoria. Se non subentrano nuove trattative di mercato, farà la spola tra la Primavera e la prima squadra.

Roma, dopo Wijnaldum altri due colpi

Guarda il video

Roma, dopo Wijnaldum altri due colpi

Mercato Roma, le uscite

Ma è tempo anche di cessioni: oggi la Sampdoria, dopo le visite mediche fissate a Genova, ufficializzerà l’ingaggio di Gonzalo Villar, che si sposta in prestito con diritto di riscatto a 8 milioni. Non sono state previste nel contratto clausole particolari. L’acquisto definitivo è puramente facoltativo. Villar piaceva alla Samp già l’anno scorso ma preferì restare alla Roma. Stavolta, essendo finito fuori rosa, ha deciso di cogliere l’occasione. Ora tocca a Kluivert e Carles Perez (ieri non convocato), per non parlare di Diawara. Tiago Pinto deve tagliare i costi.

La lista degli otto giocatori in uscita dalla Roma

Guarda la gallery

La lista degli otto giocatori in uscita dalla Roma

Precedente Lazio, Zaccagni si sposa: ecco la proposta a Chiara Nasti Successivo Akanji fuori rosa nel Borussia Dortmund, sarà ceduto: assalto Inter solo sul gong finale