Bellingham risponde agli haters citando Roosevelt: il messaggio da brividi

Bellingham cita Roosevelt sui social

Il ventunenne ha pubblicato una serie di foto della partita, accompagnandole con la citazione dell’ex presidente degli Stati Uniti: “Non è il critico che conta, non è l’uomo che sottolinea come l’uomo forte inciampa o in che modo l’autore delle azioni avrebbe potuto compierle meglio. Il merito spetta all’uomo che è realmente nell’arena, il cui volto è segnato da polvere, sudore e sangue, che si impegna coraggiosamente, che sbaglia, che fallisce ancora e ancora. Perché non c’è sforzo senza errori e mancanze, ma che si sforza davvero di compiere le azioni, che conosce grandi entusiasmi, grandi devozioni, che si spende per una giusta causa, che nella migliore delle ipotesi conosce alla fine il trionfo di grandi risultati e che nella peggiore, se fallisce, almeno fallisce pur osando molto, così che il suo posto non sarà mai con quelle anime fredde e timide che non conoscono né la vittoria né la sconfitta”.

La frase urlata Bellingham dopo la rovesciata contro la Slovacchia che ha lasciato tutti senza parole

Dopo la rovesciata contro la Slovacchia, che ha portato la partita ai supplementari, Bellingham ha anche urlato una frase che ha lasciato tutti senza parole: “Who else?”, che in italiano significa “Chi altro?”, come a dire che a risolvere una situazione di quel poteva essere soltanto un campione come lui.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Spinazzola: "Roma sempre nel mio cuore", niente rinnovo. Il saluto a città e i tifosi Successivo Spinazzola saluta la Roma: il commovente messaggio sui social

Lascia un commento