Beier, il nome nuovo della Bundesliga

Aspetta la telefonata di Julian Nagelsmann. Un desiderio, un traguardo, una possibile sorpresa, soprattutto dopo lo stage di marzo. Maximilian Beier potrebbe entrare nella lista dei convocati del ct tedesco per l’Europeo. Un nome nuovo, la carta in più da tenere in tasca durante un torneo che la Germania giocherà in casa e che dovrà segnare un’inversione di tendenza dopo la deludente avventura al Mondiale in Qatar. Beier è un centravanti, ha ventuno anni, ha segnato tredici gol in Bundesliga con l’Hoffenheim. Un bilancio arricchito anche da quattro assist.

IL SALTO – Ha richiamato l’interesse della Lazio. Destro naturale, un metro e 85, è nato a Brandeburgo il 17 ottobre del 2002. Ha cominciato a giocare nel settore giovanile del Brandenburger. Nel 2015 è entrato nel vivaio dell’Energie Cottbus. E tre anni dopo ha firmato gratis per l’Hoffenheim. Dal 2021 al 2023 è stato ceduto in prestito all’Hannover: dieci gol nella Zweite Liga. È la grande novità dell’ultima stagione in Bundesliga. Merito anche della fiducia ricevuta dal tecnico Pellegrino Matarazzo, americano, origini italiane: la mamma è molisana, mentre il papà è irpino. Tredici gol, comprese le doppiette al Borussia Dortmund e al Werder Brema. Maglia numero 14. Si muove anche da seconda punta, accanto all’olandese Wout Weghorst. Veloce, elegante, altruista. È uno dei tesori della Germania Under 20, guidata da Antonio Di Salvo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Bento, l’Inter prenota il terzo colpo Successivo Allegri diretta dopo Juve-Milan: segui le parole e la conferenza LIVE

Lascia un commento