Beffa Fiorentina: domina, spreca, segna solo con Barak e alla fine è ripresa dal Riga

Debutto amaro in Conference League: tante occasioni sbagliate da Ikoné e Cabral, poi dopo essere finalmente passata in vantaggio è ripresa nell’ultimo quarto d’ora dai lettoni

Comincia con un passo falso interno la Conference League della Fiorentina, che al Franchi domina l’Rfs Riga ma non concretizza (solo a inizio ripresa, dopo mille occasioni soprattutto con Ikoné e Cabral), uscendo infine beffata dall’1-1 finale e con un solo punto in classifica. Il vantaggio viola è arrivato al 56′ dai piedi di Antonin Barak a mandare in rete da centro area il cross dalla sinistra di Biraghi. Al 74′ il pari ospite con Ilic bravo a infilarsi tra Ranieri e Martinez Quarta per andare a tu per tu con Gollini e infilare l’1-1. Prossimo impegno per la Fiorentina tra una settimana a Istanbul contro il Basaksehir.

OCCASIONI SPRECATE

—  

Pronti via e viola in controllo. Barack dopo pochi minuti colpisce il palo, poi Ikone e Kouame non trovano lo spunto giusto. L’assedio viola non porta però al colpo vincente anche grazie ad uno straordinario Steinbors che per tre volte intorno alla mezzora strozza in gola l’urlo di Cabral. Due minuti più tardi è Ranieri a mangiarsi il vantaggio calciando alto da pochi metri a porta vuota sugli sviluppi di un corner. Quando sbagli così tanto rischi ed i viola rischiano davvero. Prima con una mano sospetta in area di Quarta (il Var non c’è, ndr) e poi con la clamorosa occasione capitata ad Ilic. Il centravanti, lanciato da uno scivolone di Bonaventura da ultimo uomo, calcia sul fianco di Gollini in uscita tutto solo davanti alla porta.

BOTTA E RISPOSTA

—  

Italiano cambia subito: dentro Sottil per Kouame ed il numero 33 viola dimostra immediatamente di essere ispirato. La Viola attacca ed alla fine passa con un cross di Biraghi, perfetto, girato in porta da Barak al primo gol fiorentino. Sembra finita ma la Fiorentina improvvisamente si spenge, forse sottovaluta i lettoni e succede l’incredibile. Al minuto numero 74′ Barak perde un brutto pallone, Friesenbicher taglia centrale per Ilic che si infila tra i centrali battendo Gollini. Il Franchi è gelato, la squadra pure. L’occasione finale sprecata da Jovic che calcia altissimo da ottima posizione spiega più di mille parole la serata. Alla fine arriva anche qualche fischio ad accompagnare l’uscita dal campo della squadra. Adesso la Fiorentina è attesa da due trasferte, prima in Turchia poi in Scozia.. Per rimettere a posto le cose del girone.

Precedente Spalletti e Giuntoli, gli architetti del “Napoli meraviglia” Successivo Mou: "Risultato bugiardo. Sembra che in questi ultimi giorni tutto ci vada contro"