Bayern-Psg, mai un pari. E chi gioca in casa ha vinto 7 volte su 8

Nei quarti di Champions va in scena il replay della finale del 2020 a Lisbona, vinta dai tedeschi con gol di Coman. I francesi sono riusciti a vincere in Germania soltanto nel 1994, mentre i tedeschi a Parigi hanno sempre perso

Lo scorso 23 agosto Bayern Monaco-Psg è stata la finale di Champions, vinta dai tedeschi grazie al gol segnato dall’ex Coman. Stavolta, invece, una delle due squadre uscirà già ai quarti di finale. Il Bayern arriva a questa sfida (mercoledì alle 21) forte dell’1-0 di Lipsia in Bundesliga, che gli ha permesso di portarsi a +7 in classifica, mentre il Psg ha perso lo scontro diretto con il Lilla (terzo k.o. di fila al Parco dei Principi), che adesso è avanti di 3 punti.

i precedenti

—  

In nove precedenti tra Bayern e Psg dal 1994 a oggi (4 vittorie dei tedeschi, 5 dei francesi), i 90 minuti regolamentari non si sono mai conclusi sullo 0-0. Il Bayern, in otto partite di Champions League, ha pareggiato soltanto con l’Atletico Madrid nel girone di qualificazione. Stessa situazione per il Paris Saint Germain, che ha fatto 1-1 solamente con il Barcellona nel ritorno degli ottavi (dopo il 4-1 dell’andata), ma che nel girone aveva perso con Manchester United e Lipsia. Il segno X è sconosciuto nelle sfide tra Bayern e Psg. E chi gioca in casa, stando ai dati di Oddschecker, ha sempre avuto una marcia in più. Tolta la finale di Lisbona di pochi mesi fa, infatti, negli otto precedenti la vittoria è andata per sette volte alla squadra di casa. Soltanto nel 1994 il Psg è riuscito a tornare dalla Germania con il successo (1-0 con gol di Weah), mentre il Bayern non è mai uscito indenne dallo stadio parigino. Ma il fattore campo sarà decisivo anche a porte chiuse?

i numeri

—  

Il Bayern Monaco conta cinque sconfitte contro il Psg: solo contro il Real Madrid (10) ha perso più gare in Champions. Inoltre, il Bayern è la squadra che i parigini hanno battuto più volte nella competizione. Il Psg non ha segnato soltanto in una delle ultime 43 partite di Champions, proprio nella finale della scorsa stagione contro i tedeschi; il Bayern è imbattuto nelle ultime 19 gare di Champions (18 vittorie e un pareggio) e potrebbe diventare la seconda squadra nella storia della competizione ad arrivare a 20 partite di fila senza k.o. dopo il Manchester United (arrivato a 25 tra il 2007 e il 2009).

Precedente Lesione muscolare per El Shaarawy: stop di almeno 15 giorni Successivo Si allarga il cluster Italia: dopo Bonucci e Verratti, anche Cragno, Florenzi e Grifo positivi

Lascia un commento