Bari, ecco Grosso “Mi piacciono le sfide”

21 giugno 2017 – Milano

Fabio Grosso, 39 anni. LaPresse

Fabio Grosso, 39 anni. LaPresse






“Mi piacciono le sfide difficili. Metteremo su una squadra di livello”: così il nuovo allenatore del Bari, Fabio Grosso, si è presentato ai media e alla piazza biancorossa. L’ex tecnico della Juve Primavera ha firmato un contratto biennale con opzione per il terzo anno. “Volevamo un allenatore giovane e con entusiasmo”, ha spiegato il d.s. Sean Sogliano, analizzando le motivazioni che l’hanno spinto a scegliere un esordiente per guidare uno dei club più blasonati della B.
stile — Campione mondiale azzurro a Berlino, Grosso ha puntualizzato il suo stile: “Il rigore in Germania? Più che la paura di sbagliare, mi guida sempre la voglia di provarci”. “Ci aspetta una B molto complessa – ha aggiunto Grosso – con un torneo lunghissimo. La bravura sarà diventare forti nei momenti difficili. Ringrazio Sogliano per l’opportunità e coloro che mi hanno permesso di arrivare qui: la Juve, Andrea Agnelli, Marotta, Paratico e Cherubini. Nel club bianconero mi sono formato anche come uomo”. “Ho accettato Bari – ha aggiunto – per la voglia di confrontarmi nel mondo dei grandi. Ho accettato tante sfide, perché pensavo di superarle. Una promessa? Mi dedicherò a questa società travolgendo i tifosi per restituire entusiasmo a questa città”. “Modulo preferito? Mi piacciono alcuni modi di giocare – ha chiosato – che non cambiano in base al modulo. Il mio compito sarà mettere i giocatori nel posto dove rendono meglio. Nei rapporti sono spigoloso: ci saranno poche regole, ma mi piace farle rispettare”. Nei prossimi giorni sarà completata anche la lista dello staff tecnico, scelto ma non ancora ufficializzato.

 Gasport 

Precedente Tris ceco agli azzurrini Ora si fa davvero dura Successivo «Pallotta e Monchi, adesso vogliamo gli acquisti»