Barella: “Stankovic l’idolo, alla Viola il gol più bello. E Brozo come spalla”

Nicolò risponde ai tifosi su Instagram: “Cerco di prendere il meglio da Deki, con Epic ci capiamo al volo perché siamo diretti, veri. La maglia 23? Omaggio a LeBron”

Lo spassoso rapporto con Brozovic, l’idolo Stankovic e quella rete alla Fiorentina. Reduce dalla prodezza in Nations contro il Belgio, Nicolò Duracell Barella ha risposto ad alcune domande dei tifosi nerazzurri attraverso il profilo Instagram dell’Inter.

Gol e Brozo

—  

“Il gol più bello? Quello alla Fiorentina in Coppa Italia (29 gennaio 2020, ndr.) perché era il più difficile per coordinazione, sono contento sia andata all’angolino”. “Bare dove sei? Come rispondo sempre a Brozovic, sono qua. Quello non mi vuole proprio lasciare in pace. Scherzi a parte, il nostro rapporto è nato in maniera naturale. Siamo due persone dirette, vere, quindi ci piace stare insieme, ridere, scherzare e divertirci”.

LeBron e Deki

—  

“Perché il numero 23? Ho sempre avuto il 18, ma quando sono arrivato all’Inter c’era Asamoah, quindi ho dovuto virare su un altro numero e ho scelto il 23 perché è il numero del mio idolo Lebron”. “A quale leggenda interista mi ispiro? Uno dei miei idoli era Dejan Stankovic. Mi è sempre piaciuto come giocatore e ho sempre cercato di prendere il meglio da lui e cercare di fare bene come ha fatto lui con l’Inter”.

Musica e serie

—  

Qualche domanda extra calcio. “Che musica mi piace? Ascolto un po’ di rap, qualcosa di italiano e poi, siccome ormai sono papà di tre bimbe, canzoni per bambini. Il film preferito? Più che un film ho una serie che mi piace molto, che è Vikings”.

Precedente Costa e gli stadi al 100%: "Spero per Milan-Inter del 7 novembre" Successivo Inter: Inzaghi riabbraccia gli azzurri, oggi gli europei tranne Dzeko. Da venerdì i sudamericani

Lascia un commento