Barcellona, parla Aguero: “Se devo smettere lo farò”

BARCELLONA (Spagna) – Oltre alle questioni del campo, con l’atteso debutto di Xavi sulla panchina, a Barcellona tiene banco la delicata situazione di Sergio Aguero. La carriera del giocatore argentino rischierebbe di chiudere, come molti media spagnoli hanno ipotizzato soprattutto se le analisi alle quali si sottoporrà dovessero rilevare un’aritmia maligna: infatti il quadro cardiologico attaccante del Barcellona sarebbe più complicato del previsto ma, fino a quando non si avrà un responso definitivo (questione di settimane/mesi) il giocatore non vuole pensare allo scenario peggiore.

Aguero: “Se devo smettere, lo farò”

La giornalista Pia Shaw ha recentemente pubblicato una conversazione con l’ex Citizen dove questi rivela: “Sto bene, bene… I rumors sono terribili. Questa cosa del cuore richiede tempo, almeno 6 mesi. Ho 33 anni e dovrei aspettare 6 mesi, più tre di allenamento per tornare in campo. Beh, è ??complicato. Dovrei stare fuori 9 mesi, quasi un anno, ecco perché speculano sul mio ritiro. Se mi dicono che devo smettere lo farò, ma prima aspetto i risultati“.

Aguero: “Questione di pazienza”

Aguero vuole seguire step by step ogni procedura richiesta per recuperare in attesa di certezze: “Continuo nel mio piano di recupero, poi vedremo quale sarà la cosa migliore. Sono stato ricoverato in ospedale cinque giorni, mi hanno controllato, dopo di che sono stato a riposo fino al primo test. Quindi, ora è una questione di pazienza…Sono andato ad Andorra per tre giorni, ero molto nervoso per tutto quello che era successo. Tra una settimana farò gli esami in clinica e vedremo i passaggi da seguire. Ma quello che si dice è strano, non lo so..

Precedente Di Biagio: "Jorginho? A me chiedono ancora del rigore del '98, ma ne ho tirati altri dopo" Successivo Jorginho: "Che rimpianto non aver vinto lo scudetto 2018 con il Napoli"

Lascia un commento