Barcellona, che tris al Civitas Metropolitano!

MADRID (SPAGNA) – Paurosa prova di forza per il Barcellona, che dopo aver ottenuto la qualificazione ai quarti di Champions, a spese del Napoli, chiude la sua settimana da sogno imponendosi al Civitas Metropolitano con un secco 3-0. Risultato che permette ai catalani di scavalcare al secondo posto il Girona e di arrivare, così, alla sosta a -8 dalla capolista Real Madrid. A mettere fine all’imbattibilità interna dei colchoneros in campionato, che durava dal 10 gennaio del 2023 – quando sempre i blaugrana s’imposero a Madrid con un gol solitario di Dembelé – ci pensano il grande ex Joao Felix, a segno anche a Montjuic nel girone d’andata, lo stratosferico Lewandowski e Fermin Lopez. Anche due assist per il centravanti polacco. Colchoneros che, così, scalano in quinta posizione, sorpassati dall’Athletic Bilbao, che si è aggiudicato il derby basco con l’Alaves, grazie a una doppietta di Gorka Guruzeta.

TUTTO SULLA LIGA

Gli schieramenti

Le fatiche di Champions si fanno sentire eccome e, così, Simeone decide di far rifiatare Koke e Griezmann, oltre a Depay, decisivo mercoledì scorso contro l’Inter. L’Atletico si ridisegna in una doppia a linea, con cinque difensori e quattro centrocampisti alle spalle dell’unico vero referente offensivo, Morata. Xavi, da parte sua, a pochi minuti dal fischio d’inizio deve prendere atto delle defezioni di Joao Cancelo e Christensen, che si uniscono agli altri indisponibili Pedri, Gavi, Frenkie de Jong, Balde e Ferran Torres. In difesa, così, col confermatissimo baby Cubarsì si vede anche Hector Fort, che si piazza sulla sinistra. In mezzo, l’emergenza è risolta con Gundogan e Sergi Roberto, con Fermin Lopez che si muove tra le linee. Davanti, rifiata Lamine Yamal, a tratti incontenibile, martedì, contro il Napoli, e a supporto di Lewandowski giocano Raphinha e il grande ex Joao Felix.

Ancora Joao Felix

Parte decisamente meglio l’Atletico, che sospinto dal Civitas Metropolitano, prova subito a pungere con un tiro da fuori area di Pablo Barrios che sfiora l’incrocio. Poi, ci prova Morata, ma viene anticipato a due passi dalla rete dall’attento Cubarsì. Con il passare dei minuti, il Barça cresce e dopo un colpo di testa fuori bersaglio di Raphinha e un rasoterra di Fermin Lopez, respinto da Oblak, i blaugrana sbloccano il risultato proprio grazie al fischiatissimo Joao Felix, che ci mette il piattone su un assist di Lewandowski. Poco dopo, il rigoroso Sanchez Martinez si dimostra implacabile con Xavi, sventolandogli davanti al naso due cartellini gialli ravvicinati. La prima frazione si chiude con una botta di Morata che sorvola di poco la traversa.

Lewandowski scatenato

Ad inizio ripresa, il Cholo prova a correggere il tiro inserendo Griezmann e Depay per Morata e Samuel Lino, ma a segnare nei primissimi scampoli è ancora Lewandowski, con un formidabile diagonale preceduto da un perfetto controllo a seguire sul passaggio smarcante di Raphinha. 13º gol in Liga, 20º complessivo per il bomber polacco. Poi, sale in cattedra Ter Stegen, che si esibisce in due grandi parate ravvicinate su due tentativi di Marcos Llorente e Depay. Tra i colchoneros appaiono anche Koke e Angel Correa, mentre nel Barça, al quarto d’ora, Raphinha viene messo ko da un malanno muscolare e cede il posto a Lamine Yamal. Il grande protagonista, però, si conferma lo scatenato Lewandowski, che confeziona il secondo assist della serata, stavolta un perfetto cross dalla destra per Fermin Lopez, che cala il tris con un imperioso stacco aereo. Poco dopo, il subentrato Saul spreca malamente il possibile gol della bandiera per l’Atletico. Nel finale, Molina si fa cacciare per un fallo su Vitor Roque lanciato a rete. Barça al secondo posto. Colchoneros che arrivano alla sosta fuori dai posti che garantirebbero la partecipazione alla prossima Champions.

CLASSIFICA LIGA


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Inter-Napoli, Juan Jesus accusa Acerbi: "Ha detto n***o". Poi le scuse Successivo Psg, Mbappé è devastante: tripletta al Montpellier! Pari del Lille