Barcellona, Aguero attende ma: “Se devo smettere lo farò”

BARCELLONA (Spagna) – In Spagna da giorni i media mormorano di un possibile ritiro per Sergio Aguero viste le sue condizioni di salute, il giocatore però rimane ottimista e chiede pazienza. Il quadro cardiologico dell’attaccante del Barcellona sarebbe più complicato del previsto, se gli esami ai quali si sottoporrà dovessero evidenziare un’aritmia maligna molto probabilmente la sua carriera sarebbe davvero a rischio, un fatto che è pronto ad accettare.

Aguero: “Se devo smettere, lo farò…ma aspetto”

Recentemente la giornalista Pia Shaw ha reso pubblica conversazione via chat con l’ex Manchester City dove quest’ultimo narra la situazione che sta vivendo in questi giorni: “Sto bene, bene… I rumors sono terribili. Questa cosa del cuore richiede tempo, almeno 6 mesi. Ho 33 anni e dovrei aspettare 6 mesi, più tre di allenamento per tornare in campo. Beh, è ??complicato. Dovrei stare fuori 9 mesi, quasi un anno, ecco perché speculano sul mio ritiro. Se mi dicono che devo smettere lo farò, ma prima aspetto i risultati“.

Aguero: “Esami tra una settimana”

Sempre nella chat con la Shaw Aguero svela il suo piano di lavoro ribadendo, nuovamente, che solo dopo gli esami potrà capire meglio: “Continuo nel mio piano di recupero, poi vedremo quale sarà la cosa migliore. Sono stato ricoverato in ospedale cinque giorni, mi hanno controllato, dopo di che sono stato a riposo fino al primo test. Quindi, ora è una questione di pazienza…Sono andato ad Andorra per tre giorni, ero molto nervoso per tutto quello che era successo. Tra una settimana farò gli esami in clinica e vedremo i passaggi da seguire. Ma quello che si dice è strano, non lo so..

Precedente Ibra e i suoi 40 anni suonati: doppia “mission impossible”? Successivo Moratti a Il Mattino: "De Laurentiis ha capito che il calcio è un'azienda. Ora merita lo scudetto"

Lascia un commento