Barça e Psg si ritrovano dopo il 6-1: ottavi da sogno al Camp Nou

Torna la Champions: l’ultimo precedente nel 2017, con l’incredibile rimonta dei Blaugrana dopo il 4-0 dell’andata. I francesi non hanno mai vinto in Catalogna

Barcellona e Psg si ritrovano dopo la clamorosa rimonta dei catalani negli ottavi di finale del 2017, con l’incredibile 6-1 al Camp Nou seguito al 4-0 dell’andata da parte francesi. Una partita memorabile, una delle più epiche pagine nella storia della Champions League. Le due formazioni tornano ad affrontarsi agli ottavi, con premesse diverse ma con uguale fascino: il match d’andata si giocherà a Barcellona, fischio d’inizio alle 21 di martedì 16 febbraio.

La situazione

—  

Il secondo posto nel girone H, a discapito della Juventus, ha riservato al Barcellona un sorteggio durissimo. Gli uomini di Koeman, ripartiti in campionato dopo un periodo molto altalenante e nonostante le delusioni nelle coppe (Supercoppa e Coppa del Re), se la vedranno con un Psg che ha chiuso al primo posto un girone molto complicato con Lipsia e Manchester United, ma che ha recentemente cambiato allenatore con l’arrivo di Pochettino al posto di Tuchel. Sono dieci in totale le sfide tra le due squadre in Champions League: il bilancio è in favore del Barça, con cinque vittorie contro le tre dei parigini. Altrettanti i pareggi.

Gli incroci

—  

I precedenti in Catalogna sorridono ai Blaugrana, che non hanno mai perso in casa contro il Psg: tre vittorie del Barcellona e due pareggi. Tra le due squadre è andata in scena anche una finale di Coppa delle Coppe, il 14 maggio 1997 a Rotterdam: 1-0 in favore dei catalani con rigore trasformato da Ronaldo nel primo tempo. A causa di un infortunio, martedì non potrà essere della partita il grande ex Neymar, che ha vestito la maglia del Barça dal 2013 al 2017 segnando 105 gol in 186 partite e protagonista del 6-1 del 2017 a parti invertite, con gol all’88’ e rigore trasformato al 91’ prima della rete decisiva di Sergi Roberto. Incrocio interessante tra Rafinha e Icardi, che hanno vestito insieme la maglia dell’Inter e che hanno un passato a maglie invertite: il centrocampista è stato acquistato dal Barcellona nel 2006, a tredici anni; l’argentino è cresciuto nella cantera blaugrana dal 2008 al 2011.

Precedente Crotone-Sassuolo 1-2, De Zerbi sorride con Berardi e Caputo Successivo Berardi e Caputo risollevano il Sassuolo. Crotone, l'incubo continua

Lascia un commento