Ballardini, sfida all’Inter e la salvezza: “C’è solo un modo per vincere la paura”

Sguardo fisso in avanti verso un unico obiettivo. Ballardini ha in testa soltanto un risultato per potersi giocare fino alla fine la salvezza con il suo Sassuolo. Al Mapei, però, l’avversario è di quelli ostici perché a Reggio Emilia arriva l’Inter campione d’Italia: “Possiamo giocarcela contro chiunque, anche se veniamo da due prestazioni negative”. Lecce e Fiorentina, infatti, sono le due gare in cui i neroverdi hanno subito 8 gol e segnato soltanto uno. Un momento non proprio positivo ma la strada per vincere la paura è una soltanto. 

Ballardini, conferenza Sassuolo-Inter

Davide Ballardini ha analizzato la prossima sfida: È una partita che ti dà emozioni forti. Chiaramente giochiamo contro i campioni d’Italia che sono fortissimi ma per me il Sassuolo ha una rosa che può fare una buona prestazione”. Come giocare contro i nerazzurri: “Portare tanti giocatori in zona palla, cercare di condizionare di più gli avversari, smarcarsi per farsi dare palla, il Sassuolo deve essere questo per me, in fase difensiva devi scivolare, capire la situazione, il momento, questi tre-quattro aspetti che sono fondamentali bisogna saperli leggere e farli nel modo giusto cosa che non abbiamo fatto assolutamente nelle ultime due partite”. Sulla paura della posizione in classifica: “Sì ma puoi solamente vincere questa paura facendo quello che ho detto, perché se metti in campo quella voglia, quella chiarezza, quella determinazione, quell’agonismo, quella foga che serve, io so bene che il Sassuolo ha giocatori di qualità che possono esprimersi al meglio”.

Il tecnico ha proseguito: Per me la squadra ci crede nella salvezza, è chiaro che i punti sono aumentati ma abbiamo degli scontri diretti che possono essere decisivi per il nostro percorso. I ragazzi ci tengono molto e questo ti porta ad avere la testa più pesante di quello che deve essere, il fatto che tu ci tenga molto invece di riempirti ti porta via”. Sugli infortuni: “Fuori da un bel po’ ci sono Berardi, Castillejo e Defrel. Ruan è squalificato, abbiamo Thorstvedt che ha un fastidio al pube e lo valutiamo domani. Viti oggi non ha finito l’allenamento, ha mal di pancia, non so cosa possa essere”. A chiudere sul come sostituire Thorstvedt: “La sua assenza ci crea qualche problema perché un gran giocatore con fisicità e qualità con la palla, ma abbiamo anche altri come Racic, Lipani, Obiang, Boloca”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Cagliari, Ranieri sugli infortunati: "Nandez, Dossena e Oristanio un po' meglio, Yerry Mina meno..." Successivo Operazione Nostalgia, l'8 giugno all'Arechi in campo Zanetti, Totti e altri 34 campioni

Lascia un commento