Bakayoko, l’ombrello tattico di Pioli: ecco perché il Milan lo riprende

Esperienza in mediana, tanto lavoro senza palla, un uomo in più in un settore che a gennaio subirà un paio di defezioni importanti: cosa c’è dietro l’arrivo del francese

Con l’arrivo di Tiemoué Bakayoko, il Milan dimostra di saper vedere oltre l’orizzonte. L’attualità rossonera è definita: la squadra di Pioli può già essere considerata una delle più “compiute” del campionato, potendo proseguire in continuità sul percorso intrapreso nell’ultimo anno e mezzo.

Precedente Il Secolo XIX: "Genoa, è fatta per Maksimovic. Si stringe su Lammers e Caicedo" Successivo Falcao, scongiurato lo sgarbo da derby. Niente Basiktas, resta al Galatasaray

Lascia un commento