Bagni: “Insulti a Koulibaly? Questa gente si nasconde sui social”

NAPOLI – Insulti razzisti a Koulibaly? In questo momento si va avanti con i social, ma quando non c’erano o non lo sapeva nessuno o si aveva il coraggio di dirlo. Adesso sui social si nascondono, evidentemente sono frustrati da tutta la vita. Non è possibile, si sfogano nella cattiveria contro gli altri. Vadano di fronte a casa di Koulibaly e digliele in faccia quella cose. Ma questa gente non ci andrà mai“: Salvatore Bagni non nasconde il suo malumore per quanto accaduto a Firenze. L’ennesimo episodio di cori razzisti indirizzato a giocatori di colore, nello specifico al difensore del Napoli Koulibaly è oggetto di inchiesta da parte della Procura Federale. Ma, per fortuna, c’è anche il calcio giocato di cui parlare. E dell’ennesima vittoria dei partenopei, sempre più capiclassifica: “Il Napoli solido e coraggioso – sottolinea Bagni, intervenendo ai microfoni di Radio Marte – saper soffrire è importante. La Fiorentina ha avuto una reazione importante, ma noi abbiamo tante armi tra cui solidità e sofferenza. Il pressing alto, usato spesso dalla Viola, per tutta la partita con il Napoli non lo puoi fare, perché poi arriva Osimhen in corsa e può conquistare un calcio di rigore. Se gli lasci l’iniziativa, può tenere il possesso fino a domattina. Va detto che però siamo letali dalla trequarti in avanti, facciamo male agli avversari“. Così come su calci piazzati: “Una volta – spiega Bagni – soffrivamo noi la fisicità degli altri. Ora nessuno sa quale schema adotterà il Napoli, sono preparati nei minimi dettagli. Bisogna sorprendere le squadre avversarie ed è stato meraviglioso. I giocatori sapevano dove andare e difatti Rrahmani, che è cresciuto in modo esponenziale, ha fatto un bellissimo gol“. 

Il Napoli non si ferma più: Lozano e Rrahmani stendono la Fiorentina

Guarda la gallery

Il Napoli non si ferma più: Lozano e Rrahmani stendono la Fiorentina

“Per la Juve obiettivo quarto posto”

Le rivali più agguerrite del Napoli, allo stato attuale, sono le milanesi: “Il Milan – spiega ancora l’ex giocatore azzurro – ha avuto forse un calendario più difficile, mentre l’Inter ha un nucleo di giocatori importanti ma ha vinto partite che forse non meritava come contro Verona e Sassuolo. A noi questo non è capitato: i 21 punti che abbiamo sono tutti meritati. Nel Milan a un certo punto rientrerà anche Ibrahimovic, quando ci sarà lui però non potranno giocare molto in velocità. Rebic e Leao mi piacciono tanto, Brahim Diaz è cresciuto. Sono giocatori rapidi ma con Ibra cambierà il modo di giocare. L’Inter ha vinto alcune partite immeritatamente e con giocate singole. La Juve – conclude Bagni – ha come obiettivo il quarto posto, ma sarà difficile: hanno vinto tutte le gare a fatica“.

CorrieredelloSport.fun, gioca gratis, fai il tuo pronostico e vinci!

Precedente Serie C, Picerno-Catania 0-1: decide Moro su rigore Successivo Vieri torna sull'addio di Suarez al Barça: "Koeman ha sbagliato, doveva fare l'uomo"

Lascia un commento