Badu dice stop. Lascia il Verona e si ritira: “Mi piacerebbe fare lo scout”

Emmanuel Badu ha risolto il contratto in essere con il Verona e ha annunciato il ritiro dal calcio giocato.

Il centrocampista ghanese ha passato una stagione difficilissima all’Hellas, cui era approdato in prestito con obbligo di riscatto dall’Udinese.

Ad agosto del 2019 è stato colpito da un’embolia polmonare. Dopo un lungo periodo di convalescenza e di recupero, è rientrato con la maglia gialloblù a gennaio.

Durante il lockdown, a marzo, una tremenda tragedia ha travolto Badu: sua sorella, Hagar, è stata uccisa in Ghana.

Alla ripresa delle partite, Badu ha debuttato disputando per intero i 90′ della gara con il Cagliari, vinta per 2-1 dal Verona.

Per lui, poi, il campionato si è chiuso, Badu è rimasto legato all’Hellas, ma le strade con il club si sono separate.

Badu è tornato a Udine. In queste ore l’annuncio dell’accordo con il Verona e del ritiro dalle competizioni agonistiche.

Parlando con il media Joy Sport Link, Badu ha detto: “Per il momento non ho ancora deciso cosa fare dopo il ritiro dal calcio giocato. Allenare è certamente un’opzione, ma mi piacerebbe di più fare lo scout per un club. Sarebbe stupendo poter fare lo scout per l’Udinese in Africa. Ho un’ottimo rapporto con l’Udinese, potrei parlarne e vedere cosa viene fuori. Conosco tanti allenatori in tanti club. Allenare è la mia seconda opzione. Invece non sono pronto per fare il Ceo di un club, non ho esperienze a quel livello“.

<!–

–> <!–

–>

Precedente Roma-Sampdoria, cambia l'arbitro: Chiffi dirige, Guida si sposta al Var Successivo Cannavaro e Ferrara per i bimbi di Napoli

Lascia un commento