Azmoun torna a Roma dopo l'infortunio: l'esito degli esami, come sta

ROMA – Sardar Azmoun rischia un mese di stop. Ieri l’attaccante della Roma si è infortunato appena prima della fine del primo tempo del match giocato dall’Iran contro il Turkmenistan: mani sul volto, tanta fatica a camminare e lo sguardo di chi già sapeva l‘entità del problema muscolare e, quindi, uno stop più lungo del previsto. Subito dopo la partita il giocatore, accompagnato dallo staff medico della nazionale, è stato trasportato in ambulanza verso l’ospedale dove è stato sottoposto agli esami strumentali. Secondo lo staff medico della federazione iraniana Azmoun ha riportato uno stiramento del tendine del ginocchio sinistro. Secondo uno primo controllo – che poi dovranno essere naturalmente ripetuti anche dalla Roma – Azmoun dovrà rimanere fuori circa un mese. 

Infortunio Azmoun: i tempi di recupero

Il giocatore intanto sta rientrando in Italia dove, come detto, dovrà ripetere gli esami strumentali per confermare la diagnosi. Difficile che sia sbagliata visto il movimento fatto dal giocatore quando si è fermato in campo e i test effettuati in ospedale. De Rossi perderà quindi il suo attaccante sicuramente per il Lecce, la Lazio e l’andata con il Milan: il tecnico spera che possa recuperare in anticipo rispetto al mese previsto, per evitare di perdersi anche il ritorno contro il rossoneri e la delicata sfida contro il Bologna. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Iervolino esclusivo: "Salernitana, sogno un futuro con Ribery allenatore" Successivo Azmoun è un caso, De Rossi e la Roma in ansia: si teme un lungo stop

Lascia un commento