Ayé trascina il Brescia: Inzaghi a -1 dal Pisa. Vince anche la Cremonese

In attesa della capolista, impegnata col Frosinone, i bresciani accorciano le distanze con una bella vittoria per 2-0 in casa della Reggina. Bene anche la squadra di Pecchia, momentaneamente terza

Non accennano a mollare il colpo il Brescia e la Cremonese, in attesa del Pisa. Nei primi due match del sabato di Serie B, infatti, le due lombarde vincono piuttosto nettamente rispettivamente contro Reggina e Como e completano il podio dietro ai toscani. Doppio 2-0: al Granillo è una doppietta di Ayé nella prima mezz’ora a valere i tre punti, al Giovanni Zini una rete per tempo è sufficiente per respingere i ragazzi di Gattuso.

Cremonese-Como 2-0

—  

Il delicato derby lombardo non fa aspettare molto i tifosi delle due squadre, tanto che dopo soli cinque minuti Marco Varnier fa un regalone ai grigiorossi: il suo colpo di testa sul lancio lungo di Marco Carnesecchi finisce per essere un assist per Cristian Buonaiuto, che ringrazia e insacca, spietato. La reazione dei lariani è immediata, con un paio di tiri pericolosi e un gol annullato per fuorigioco a Tommaso Arrigoni. Tuttavia, a fine primo tempo è comunque la Cremonese a sfiorare più volte il gol, sintomo che la squadra di Giacomo Gattuso ha qualcosa da sistemare. I propositi degli ospiti sono dei migliori, ma al 57’ Luca Vignali si becca il secondo cartellino giallo della partita e lascia i compagni in dieci, espulso. Il virtuale triplice fischio lo esegue a un quarto d’ora dal novantesimo Jaime Baez, puntuale a deviare a rete sul secondo palo un visionario traversone basso di Luca Zanimacchia. Illusorio, poco dopo, l’incrocio colpito da Andrea Cagnano. Quarta vittoria consecutiva per la Cremonese di Fabio Pecchia, ora terza davanti al Benevento.

Reggina-Brescia 0-2

—  

La gara dell’Oreste Granillo è sùbito pimpante, con una semirovesciata di Filip Jagiello sventata da un grande intervento di piede di Alessandro Micai: il polacco, da vicino, non riesce ad angolare la conclusione. Poco male per le Rondinelle, perché poco dopo un bel lancio rasoterra di Tom Van de Looi innesca uno scattante Florian Ayé: lombardi in vantaggio al quarto d’ora. Pare il pomeriggio perfetto per il giocatore francese a secco dal 10 maggio scorso perché, poco prima della mezz’ora e nel momento migliore dei padroni di casa, con uno splendido tiro a giro dal limite dell’area il giocatore di Filippo Inzaghi buca ancora il portiere dei calabresi e regala al Brescia un intervallo in doppio vantaggio. Nel secondo tempo la sensazione è che il Brescia non si danni per dilatare il divario, ma si limiti a gestire i frutti di un buon avvio di gara. Pare funzionare, perché a segnare è addirittura Jagiello nonostante la rete venga poi annullata: momento no tra le mura amiche per la Reggina, è la quinta sconfitta consecutiva in casa. Un solo punto negli ultimi 7 impegni per la squadra di Domenico Toscano.

Precedente Empoli, Andreazzoli: "La salvezza resta l'obiettivo. Col Venezia è dura" Successivo Rigori e punizioni: la Roma con Oliveira trova sicurezza e... precisione

Lascia un commento