Australian Open, domenica tutta azzurra con Sinner (battuto il russo Khachanov) e Paolini (piegato la Blinkova)

Australian Open di Melbourne, magnifica domenica azzurra: Jannik Sinner e Jasmine Paolini in gran spolvero.

L’altoatesino ha battuto l’arrembante gigante russo 3-0 ed ha conquistato i quarti di finale. La Toscana ha raggiunto il quarto turno piegando la russa Anna Blinkova in due magici set (7-6, 6-4) e, per la prima volta in carriera, vola agli ottavi. Gioia straripante nel clan azzurro. Il primo Slam dell’anno non poteva cominciare meglio.

JANNIK, RULLO IMPLACABILE
Quattro partite, quattro vittorie. Con il russo  Khachanov ha vinto in 2h34’ con un punteggio significativo:6-4,7-5,6-3. È la sesta volta per Sinner ai quarti di uno Slam. Il russo è partito con forza nel primo set ma ha subito il primo break della sfida.

Nel secondo parziale il russo ha giocato tutte le sue carte con un gioco armonioso e ricco di soluzioni, giocando il suo miglior tennis. Momento da brividi blu quando l’azzurro, restando in scia, ha portato il gigante di Mosca sul 5-5.

Poi Sinner, dopo uno scambio di 29 colpi ( con un dritto sulla riga che ha fatto impazzire il pubblico) rimonta e raddrizza la barca. Nel terzo e ultimo parziale il rivale ha tenuto fino al 3-3. Poi Jannik è andato in discesa.

Dopo aver sconfitto 2 olandesi ( Van De Zandschulp, De Jong) e l’argentino Baez ,Sinner per la sesta volta in carriera ha centrato i quarti eguagliando Panatta e Berrettini, tutto senza aver mai concesso un set ai rivali. Jannik è avanzato nonostante un set ballerino (54% di prime in campo) ma anche annullando 9 palle break su 10.

Ora sfiderà De Minaur o Rublev. Il tennista azzurro, al suo primo vero banco di prova, non ha deluso e per la seconda volta in carriera ha raggiunto i quarti di finale a Melbourne. Jannik ha detto:” Era da tanto che non giocavo contro Karen, un avversario tosto, un giocatore incredibile dal punto di vista mentale e fisico. È stata una gioia giocare di fronte a questo pubblico. In passato avevo vinto con lui ma ogni partita ha una storia a se. Sono contento della vittoria ma è stata difficile”.

JASMINE , GIOIA IRREFRENABILE
Per la prima volta in carriera, la lucchese Jasmine Paolini, “un trottolino” di 28 anni, si è qualificata per gli ottavi di finale di un torneo del Grande Slam. Lunedì affronterà la russa Kalinskaya. Zitta zitta, Jasmine Paolini si è presentata a Melbourne con la testa di serie n.26 ed è riuscita a battere la Blinkova. Ha detto a caldo:” Sono molto felice, questo è il mio primo quarto turno Slam.

Amo l’Australia, mi sento come se tutto fosse bello qui, vi amo. Dopo il primo set mi sono un po’ rilassata, poi ho cercato di concentrarmi su cosa dovevo fare in campo. Mi piace molto il cemento”. Vincendo questa partita Paolini sa già che scalerà ulteriormente la classifica e salirà almeno fino alla 24 esima posizione mondiale. Ma se raggiungerà il primo quarto Slam della carriera salirà fino al n.22.

Precedente Chalobah con l'aiutino Chelsea? Milan, prosegue la caccia al centrale Successivo Diretta Di Lorenzo e Mazzarri, la conferenza stampa LIVE prima di Napoli-Inter