Australian Open: buona la prima per Sinner e Arnaldi, ma non c’è pace per Berrettini

Sinner, buona la prima: vittoria netta (3-0) al debutto a Melbourne degli Australian Open contro Van de Zandschulp. Il gigante olandese è stato piegato in 2 ore e 34 minuti. Jannik non gli ha concesso neanche 1 set ma non è stato facile come sembra. Tuttavia l’altoatesino non si è fatto sorprendere come dicono i tre parziali: 6-4, 7-5, 6-3. L’olandese che aveva battuto Arnaldi in Coppa Davis ha onorato il primo set con una battaglia di 3/4 d’ora.

Sinner al primo match degli Australian Open ha accusato qualche difficoltà nel secondo set; ma sul 5-5 ha strappato il servizio al rivale per poi chiudere sul 7-5. Nel terzo set Jannik ha mostrato un iniziale calo fisico ma poi, una volta raggiunto il 2-2, ha raddrizzato la sfida conclusa 7-5. Jannik vola al secondo turno.

VITTORIA SOFFERTA MA NETTA – Al termine dell’incontro, in piena notte italiana Sinner in una intervista televisiva ha detto:” Iniziare con una vittoria significa molto per me. Fisicamente mi sento bene. Sono qui in buona forma. Penso di poter essere felice per oggi”.

CAROTA BOYS – Ad accompagnare l’altoatesino c’era una mezza dozzina di tifosi vestiti con costumi da carota. I carota boys hanno sorpreso Sinner. Jannik ha detto: ”È stato bello vederli sugli spalti. Stanno diventando più famosi di me, piano piano. Forse questo sostegno mi da , nei momenti chiave, questa convinzione in più, forse, chi lo sa. Vediamo come va qui. Ma sono felice che siano qui”.

VITTORIA ANCHE DI MATTEO ARNALDI – Buona la prima anche dell’altro azzurro che ha debuttato nello Slam con una vittoria conquistata in 2 ore e mezzo. Il tennista sanremese ha regolato la Wid Card di casa Alan Walton, numero 176 del Ranking ATP, con una prova solida ed efficace. Solo qualche errore di troppo nel primo set e poi tanta solidità sotto il sole di Melbourne. Ha chiuso il match col punteggio di 7-6 (5), 6-2, 6-4. Domani si conoscerà alle 9 italiane il suo prossimo sfidante.

TABELLONE FEMMINILE – Nulla da fare invece per Lucia Bronzetti che ,per il secondo anno consecutivo, saluta gli Australian Open al primo turno. La riminese, partita fortissimo, ha ceduto poi alla Ucraina Lesia Tsurenko.

BERRETTINI RITIRATO – Non c’è pace per Matteo Berrettini. A meno di 24 ore dall’esordio stagionale contro il greco Stefanos Tsipras, il tennista romano si è ritirato dagli Australian Open dove era la settima testa di serie del Seeding. Matteo si è ritirato per un infortunio al piede destro. Verrà sostituito nel tabellone da Zizou Bergs. Berrettini ha così rimandato ancora una volta il suo rientro in campo. Non gioca una partita dallo scorso 31 agosto. Non mancheranno invece gli altri italiani. All’1 di notte giocheranno Sara Errani contro la qualificata australiana Sturm Hunter. Flavio Cobolli se la vedrà con Nicolas Jarry, testa di serie n.13. Lorenzo Musetti affronterà sul campo 14 Benjamin Bonzi; dopo Cobolli, sullo stesso campo, toccherà a Jasmine Paolini, avversaria della giovane russa Diana Shnaider.

Precedente E’ cominciata la Coppa d’Africa, Costa d’Avorio show: tutti gli ”italiani” in campo Successivo Chiara Nasti fa impazzire i tifosi della Lazio. Rivelazioni su Zaccagni