Atletico-Milan 0-1: decide Messias, Pioli può ancora qualificarsi

MADRID (SPAGNA) – Impresa del Milan in casa dell’Atletico Madrid nella quinta giornata della fase a gironi di Champions League. I rossoneri di Pioli vincono 1-0 al Wanda Metropolitano grazie al gol di Messias nei minuti finali dell’incontro e tengono vive le speranze di qualificazione agli ottavi di finale. Il Liverpool fa il suo dovere e batte il Porto, il Milan riesce nell’impresa di espugnare il campo dell’Atletico e può ancora sperare di passare alla fase ad eliminazione diretta. Dopo un primo tempo di grande intensità e poche opportunità da rete, nella ripresa il Milan prende in mano il possesso del gioco e crea buonissime occasioni per sbloccare il risultato. La rete decisiva per la vittoria preziosa dei rossoneri arriva nel finale con il colpo di testa vincente di Messias su cross di Kessie. Il Milan aggancia così l’Atletico nella classifica del gruppo B a quota 4 punti, con il Liverpool già qualificato, primo e a punteggio pieno, e il Porto a quota 5. Sarà decisivo l’ultimo turno con la sfida a San Siro contro i Reds.

Atletico Madrid-Milan: curiosità e statistiche

Primo tempo intenso ma senza reti

Leao non ce la fa, il portoghese non al meglio lascia il posto a Krunic nella formazione titolare del Milan. In attacco c’è Giroud, con Zlatan Ibrahimovic in panchina. Diego Simeone invece si affida alla coppia Suarez-Griezman in avanti. Passano pochi minuti dal fischio d’inizio e l’Atletico è subito pericoloso: con la conclusione di De Paul su cross di Carrasco, che però partiva da posizione di fuorigioco. Il Milan risponde prima con l’azione personale di Brahim Diaz che prova a servire Giroud, ma il passaggio viene intercettato da Savic, e poi con il colpo di testa di Kalulu parato da Oblak. La gara è molto intensa, con i rossoneri che sembrano dominare il gioco ma non riescono a costruire clamorose occasioni da rete. La chance più importante del primo tempo per il Milan è il tiro al volo di Theo Hernandez, che finisce fuori, sul cross di Kalulu dalla destra. All’intervallo è 0-0 al Wanda Metropolitano. 

Gol di Messias nel finale: il Milan vince in casa dell’Atletico

L’Atletico entra in campo nel secondo tempo con grande determinazione e crea subito un paio di occasioni per sbloccare il risultato: prima ci prova Lemar con il destro e Tatarusanu blocca a terra, poi Carrasco su bella iniziativa personale di Griezmann. Il Milan però prende di nuovo possesso del gioco e del match e sfiora la rete del vantaggio con il colpo di testa di Kjaer sulla punizione calciata da Theo Hernandez. Al 64′, le prime sostituzioni da una parte e dall’altra: nell’Atletico entrano Correa e Renan Lodi per Lemar ed Hermoso. Addirittura quattro cambi, invece, per Pioli: dentro Bakayoko, Messias, Florenzi e Ibrahimovic per Tonali, Krunic, Kalulu e Giroud. Al 72′, il Milan sfiora la rete: giocata di Messias, su passaggio di Ibra, e assist per Bakayoko che calcia a botta sicura ma il suo tiro viene ribattuto da Savic a pochi passi dalla linea di porta. Pioli si gioca l’ultima sostituzione inserendo Bennacer per Brahim Diaz mentre Simeone toglie Suarez, De Paul e Griezmann per Cunha, Vrsaljko e Kondogbia. Nei minuti finali dell’incontro succede di tutto. Il Milan spinge forte e va ad un passo dal gol con Ibrahimovic, fermato da una super parata di Oblak. Poi, all’87’, si sblocca il risultato: i rossoneri passano in vantaggio con il colpo di testa vincente di Messias su cross di Kessie dalla fascia sinistra. La formazione di Pioli è avanti, prova a raddoppiarre con Bennacer e poi rischia grosso sul tentativo di Cunha. Alla fine, però, dopo quattro minuti di recupero, porta a casa, grazie al gol di Messias, una vittoria importantissima che tiene vive le speranze di qualificazione agli ottavi di finale di Champions League.

Milan, che impresa: Messias gela l'Atletico, qualificazione possibile

Guarda la gallery

Milan, che impresa: Messias gela l’Atletico, qualificazione possibile

 

Precedente Champions League, tutti i risultati e le classifiche: il Milan torna in corsa, Inter agli ottavi Successivo Inter-Shakhtar 2-0: bis di Dzeko, Inzaghi centra la qualificazione

Lascia un commento