Atletico-Barça: Simeone in striscia, Koeman non può sbagliare

I Colchoneros vengono da quattro vittorie consecutive in Liga e hanno subito solo due gol, decisamente più complicata la strada dei blaugrana

Dopo la sosta, la Liga torna con il botto. Sabato 21 novembre, alle 21 italiane, al Wanda Metropolitano di Madrid si sfideranno Atletico e Barcellona, in un big match che può voler dire molto per entrambe le squadre: i Colchoneros sono a -3 dalla capolista Real Sociedad ma con due partite in meno, i blaugrana stanno faticando e sono distanti sei punti proprio dalla squadra di Simeone con lo stesso numero di partite disputate. Undici punti in sette giornate è un bottino che non può soddisfare il Barcellona, che con la vittoria per 5-2 contro il Betis prima della sosta ha interrotto una striscia di quattro partite in Liga senza vittorie (due pareggi e due sconfitte, tra cui spicca il 3-1 subito in casa dal Real Madrid).

Il momento

—  

A facilitare la vita alla squadra di Koeman ci sarà l’assenza di Suarez, il grande ex: il Pistolero è risultato positivo al Covid e non potrà affrontare i suoi ex compagni. L’uruguaiano è andato a segno nell’ultimo match prima della sosta, 4-0 in casa contro il Cadice: sono ora quattro le vittorie consecutive dell’Atletico in campionato, con in più un solo gol subito (contro l’Osasuna) in questa striscia. La forza dei Colchoneros è, come spesso accaduto nelle ultime stagioni, la fase difensiva: solamente due reti subite in sette partite di campionato. Diverso il discorso in Champions, con sette gol presi in tre giornate.

L’anno scorso

—  

Le due squadre si sono affrontate tre volte nella passata stagione: due in campionato e una in Supercoppa. E si sono spartite la posta in palio: una vittoria del Barcellona, una dell’Atletico e un pareggio. I Blaugrana hanno vinto 1-0 il match di andata in Liga a dicembre, a Madrid, con gol di Messi nel finale; a gennaio i Colchoneros hanno vinto 3-2 in Supercoppa con le reti negli ultimi minuti di Morata e Correa a ribaltare il 2-1; dopo il lockdown, il 30 giugno, è terminata 2-2 la sfida del Camp Nou, con doppietta di Saul per Simeone.

Precedente Da Ibra a… Ibra! 10 anni fa l'ultima vittoria del Milan al San Paolo. E poi fu scudetto Successivo Ventura, quell'Italia-Svezia non va più via: "Partita segnata dall'ambiente negativo"

Lascia un commento