Atlante sentimentale del goal: le 50 reti che hanno fatto la storia della Coppa del Mondo

In occasione dei Mondiali di calcio di Qatar 2022, l’Atlante sentimentale del goal ripercorre la storia della manifestazione da un’angolazione particolare, quella dei suoi “momenti fatali”: i goal più iconici. Cinquanta tableaux, a cavallo fra cronaca sportiva e suggestione letteraria, uno per ogni rete entrata nel cuore e nella mente degli appassionati di calcio, tracciano una mappa “sentimentale” del gioco più bello del mondo. «L’autore ordina secondo cronologia il gioco a partire dal Mondiale di Montevideo, 1930, che nessuno praticamente vide ma stabilì la immensa fama di un italo-argentino, l’ala sinistra Raimundo Orsi detto Mumo, a tempo perso violinista e abile tanguero, sommo virtuoso del gioco e capace di segnare direttamente da calcio d’angolo con decenni di anticipo sui suoi non molti emuli quali Luciano Chiarugi soprannominato Cavallo Pazzo e i non meno indocili Alvaro Recoba e Ronaldinho. Limite del repertorio è ovviamente il Mondiale russo del 2018, vinto dalla Francia di Kanté, Pogba e Mbappé e però caratterizzato dalla emergente Croazia di Mario Mandzukic e di uno straordinario Luka Modric. Todarello sceglie dei goal memorabili per tradurli in ritratti emblematici, in poche righe egli sintetizza una fisionomia tecnica per vederne in controluce il profilo esistenziale e la postura etica.» (dalla prefazione di Massimo Raffaeli) Una giostra caleidoscopica di campioni e meteore, di vittorie e sconfitte, di apoteosi e delusioni, perché ogni goal custodisce sempre due storie, quella di chi lo segna e quella di chi lo ammira. Il volume edito Bordeaux edizioni, di Luca Todarello e con la prefazione di Massimo Raffaeli, esce il 15 novembre 2022. 

Iscriviti al Fantacampionato del Corriere dello Sport: Mister Calcio CUP

Precedente La nazionale Crazy for football sfida il Senegal Successivo Diretta Irlanda del Nord Italia donne/ Streaming video Rai: Salvai assente

Lascia un commento