Atalanta-Torino 4-4: Muriel trascina Gasperini dopo il doppio svantaggio

BERGAMO – Incredibile 4-4 al Gewiss Stadium fra Atalanta e Torino, con i granata che vanno due volte in vantaggio ma vengono raggiunti dalle giocate di Muriel (due gol e due assist per lui) e Pasalic. La squadra di Juric passa già al 3′, con Sanabria che firma l’1-0, ma vede la squadra di Gasperini rispondere con veemenza e ribaltare la gara col rigore di Muriel e il guizzo da schema da angolo di De Roon. Al 36′ Lukic firma il 2-2 dal dischetto, e ancora dagli undici metri il serbo trova il gol del 3-2. (il quarto in due partite). Al 67′, un autogol di Freuler regala il poker ai granata, ma i nerazzurri non perdono la speranza di rientrare in partita e grazie al gol del neo-entrato Pasalic al 78′ e al secondo rigore messo a segno da Muriel cinque minuti dopo raggiungono il pareggio. Fallisce dunque il riaggancio alla zona Europa la Dea, che fra le mura amiche non vince dal 4-0 alla Samp del 28 febbraio, con la Lazio e la Fiorentina che restano avanti di un punto in classifica appaiate al sesto posto. Il Torino invece, al quarto risultato utile consecutivo a Bergamo, resta 11° con 44 punti.

Serie A, la classifica

Atalanta-Torino 4-4, tabellino e statistiche

Muriel e De Roon rispondono a Sanabria, Lukic fa 2-2 su rigore

Gasperini dà fiducia dal 1′ alla coppia d’attacco Zapata-Muriel, protagonista dell’ultimo successo contro il Venezia. In difesa parte titolare ancora Scalvini con Palomino e Djmsiti: Demiral va in panchina. A centrocampo il tecnico nerazzurro sceglie Pessina al posto di Pasalic alle spalle delle due punte. Pochi i cambi invece per Juric che dopo il successo contro lo Spezia conferma nove giocatori su undici, con i soli innesti di Aina al posto di Vojvoda e Praet che rientra dal 1′ dopo l’infortunio in luogo di Seck. Con Belotti in panchina, sarà ancora Sanabria a guidare l’attacco granata. E’ proprio l’attaccante paraguaiano a sbloccare subito la partita: è il 4′ infatti quando Praet si libera della marcatura di Djimsiti, si accentra dalla destra e mette al centro un preciso rasoterra che il numero 19 granata finalizza con un piatto destro in allungo. L’Atalanta prova a mettere in moto le fasce, e con Zappacosta e Hateboer prova a bucare la strettissima difesa di Juric: è proprio il laterale ex Chelsea a propiziare l’1-1, subendo da Rodriguez il fallo che induce Abisso a fischiare calcio di rigore: Muriel tira centrale ma spiazza Milinkovic-Savic e porta i nerazzurri in parità. Un minuto dopo è invece l’olandese a trafiggere il portiere serbo, ma sull’assist di Muriel viene pescato in fuorigioco dal guardalinee. E’ solo rimandato di pochi minuti però il raddoppio: al 22′ infatti la Dea gestisce al meglio lo schema da calcio d’angolo, con Muriel che con una traiettoria rasoterra pesca libero in area De Roon e con l’olandese che con un preciso destro di prima ribalta il match. Piove sul bagnato per Juric, che al 31′ perde Pjaca per infortunio: dentro Brekalo. Cinque minuti dopo, però, il Toro pareggia: fallo in area di Freuler su Sanabria, Abisso fischia il secondo penalty della partita: dal dischetto Lukic non perdona e firma il 2-2. 

Serie A, risultati e calendario

Lukic freddo, disastro Freuler. Pasalic e Muriel salvano l’Atalanta

Toloi per Djimsiti è l’unico cambio a inizio secondo tempo fra i 22 in campo. L’Atalanta parte forte costringe subito Bremer agli straordinari fermando a pochi passi dalla porta Zapata, poi un calcio di punizione di Muriel finisce fuori di poco. Al 57′ fuori Ricci, dentro Pobega fra i granata: mossa vincente di Juric perchè il prodotto del vivaio del Milan subisce un fallo in area 4′ dopo l’ingresso in campo, e induce l’arbitro a fischiare un nuovo rigore, il terzo della gara: dagli undici metri ancora Lukic non sbaglia: seconda doppietta di fila per il centrocampista serbo. Al 67′ arriva il quarto gol granata: Sanabria mette in area un tiro cross teso, sul quale arriva Freuler che però nel tentativo di chiudere devìa la palla nella propria porta. Gasperini allora le prova tutte, e mette in campo Pasalic e Boga per Freuler e Pessina. E’ proprio il croato a riaprire la gara al 78′: innescato da Muriel, l’ex Milan e Chelsea trafigge sul primo palo di sinistro Milinkovic-Savic e firma il 3-4 col suo undicesimo gol in campionato. Pochi minuti dopo è solo una chiusura miracolosa di Bremer a privare Muriel del gol del pari e della doppietta personale, ma all’82’ un braccio largo di Zima in area induce ancora l’arbitro a fischiare un altro calcio di rigore, il secondo anche per la Dea: dal dischetto ancora Muriel non sbaglia, finisce 4-4.

Atalanta-Torino 4-4: quattro rigori, Lukic e Muriel show

Guarda la gallery

Atalanta-Torino 4-4: quattro rigori, Lukic e Muriel show

Precedente Bologna-Inter 2-1: Radu shock, Inzaghi fallisce il sorpasso al Milan Successivo Fiorentina-Udinese, le pagelle: Piatek, dove sei? 5. Silvestri è un muro, 8

Lascia un commento