ASCOLTA Il Rosa e il Nero: la storia di Eva, troppo bella per il calcio

Era il portiere della nazionale, forte e spericolata, a 24 anni diventò la prima donna del calcio femminile italiano a finire nel tritacarne mediatico: squalificata per una sostanza che non era doping. Misteri, antipatie e l’ombra di un complotto

3 gennaio – 08:53 – MILANO

Una serie di accuse. Uno strano controllo a sorpresa. Una tempesta mediatica vent’anni prima dell’avvento dei social. Uno spogliatoio spaccato. Una stella dello sport brillante e individualista, avanti coi tempi. Siamo nel 1989, e vi raccontiamo la storia di Eva Russo.

l’opera

—  

“Il rosa e il nero” è un podcast della Gazzetta dello Sport che ti porta all’interno dei misteri del calcio italiano. Ideato e coordinato da Giulio Di Feo, curato e narrato da Chiara Soldi, tratto da testi di Furio Zara. Una nuova puntata ogni mercoledì su gazzetta.it. (Disponibile su gazzetta.it e su tutte le principali piattaforme: Spotify, Google podcast, Apple podcast, Samsung podcast, Amazon music e Audible).

LE PUNTATE PRECEDENTI

Ciclo “uomini scomodi”

Precedente Mauro: "Penso a Vialli, ma non sono triste. Luca vorrebbe così" Successivo "Jovic titolare fino a fine stagione": tifosi rossoneri scatenati sui social