Arthur porta il super mediano alla Juve. Gudmundsson, l’ostacolo è in casa

Le contropartite per il Genoa

Il Grifone apprezza diversi talenti juventini: già l’estate scorsa il ds Ottolini, a sua volta ex Juventus, aveva provato a prendere in prestito Fabio Miretti, mentre da tempo ha puntato Enzo Barrenechea come erede di Strootman, che andrà via a parametro zero. I rossoblù, inoltre, seguono il terzino Tommaso Barbieri, visionato dal vivo ancora un paio di settimane fa in occasione di Cremonese-Pisa. Insomma, le basi per un’operazione allargata ci sono tutte. Esattamente quello a cui ambisce la Juventus, che non ha intenzione di spendere i 35 milioni richiesti dal Genoa per l’attaccante ex AZ Alkmaar.

L’Inter e la Roma l’hanno visionato in questi mesi, senza però affondare. Mentre il Tottenham al momento non è andato oltre un sondaggio. Il pericolo vero per la Juventus, allora, è il fuoco amico: quel Giovanni Manna ormai al passo d’addio e direttore sportivo in pectore del Napoli. Gli azzurri preparano il loro ingresso in scena e non vanno sottovalutati. Al momento, però, i dialoghi più proficui sono stati quelli impostati dal dt bianconero Cristiano Giuntoli, sia col Grifone sia con gli agenti del classe 1997 per un possibile accordo quadriennale.

Un altro talento Next Gen sulle orme di Soulé: il piano mercato della Juve

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Lazio, maledizione Champions: mai per due anni di fila Successivo Totti, previsione sulla finale di Coppa Italia: e su Scamacca e Spalletti...

Lascia un commento