Arrivabene: “Vlahovic non si discute”. Marotta: “Facciamo un bel regalo ai tifosi”

L’a.d. della Juve: “Il prossimo mercato sarà strano, non faremo colpi di teatro”. Quello nerazzurro: “Abbiamo un grande attacco, ma apprezziamo Dybala. Al match point il rinnovo di Perisic? No, ma se vuole restare… Sono molto fiducioso”

Juventus-Inter di Coppa Italia non è soltanto Allegri contro Inzaghi o Dybala contro Lautaro. È anche la finale dei dirigenti. E stasera Maurizio Arrivabene e Beppe Marotta l’hanno “giocata” in anticipo dal Foro Italico, dove sono in corso di svolgimento gli Internazionali d’Italia di tennis, ai microfoni di Sky Sport.

arrivabene

—  

“Vlahovic non si discute – ha subito detto l’a.d. juventino Arrivabene -. Ricordo ai tifosi juventini che Zlatan Ibrahimovic, nel primo anno in bianconero, veniva criticato poi nella stagione successiva è esploso, si tratta solo di dar fiducia al giocatore, diamogli tempo e Vlahovic farà vedere quello che vale e secondo me l’ha già fatto. Non si discute. Il prossimo sarà un mercato strano, con l’arrivo dei Mondiali non credo che sarà molto agitato, forse lo sarà quello di gennaio, noi in ogni caso non faremo colpi di teatro. La volontà è quella di fare investimenti, in maniera sostenibile, rinforzando la squadra”. Arrivabene ha poi parlato di Chiellini: “Giorgio merita grande rispetto, sicuramente starà pensando al suo futuro e quando prenderà la sua decisione noi saremo pronti a salutarlo con onore in un caso, o nell’altro a tenercelo stretto”. Chiusura sulla Ferrari: “Leclerc l’ho sempre considerato un pilota fortissimo, sinceramente non mi aspettavo una partenza così della Ferrari, ma mi auguro che continuino così perché i ragazzi di Maranello e tutti i tifosi della Ferrari meritano grandi soddisfazioni”.

marotta

—  

“Ci troviamo ad affrontare realtà emozionalmente molto forti come la Coppa Italia e lo scudetto – ha detto Beppe Marotta, a.d. dell’Inter -. C’è un’attenzione straordinaria, ma il lavoro di questi giorni sta dando i risultati, all’interno della squadra ho visto un clima molto sereno, ma anche una motivazione molto forte, tutti vogliono regalare ai tifosi qualcosa di speciale”. A proposito del mercato e delle voci sull’interessamento per Dybala, Marotta dice: “Paulo è un ottimo calciatore, è svincolato, quindi credo sia appetibile per tanti club, noi abbiamo un reparto offensivo di grande qualità, cinque giocatori che hanno fatto dell’Inter il miglior attacco del campionato, non abbiamo problemi da questo punto di vista, ma apprezzo le qualità di Dybala”. Sull’Inter del futuro: “Abbiamo un allenatore molto giovane e bravo come Inzaghi, uno zoccolo duro di giovani e meno giovani che rappresentano qualcosa di positivo, dobbiamo puntellare la squadra, dovremo cogliere le opportunità, ormai non possiamo aspettare investimenti pesanti da parte delle società di calcio, soprattutto in Italia, il nostro deve essere un lavoro parsimonioso e mirato, prendendo giocatori funzionali a una squadra già ben delineata. Al match point per il rinnovo di Perisic? No, ma se ha la volontà di rimanere con noi, allora sono molto fiducioso”.

Precedente Mourinho: "Abraham? Basta uno schiocco di dita per tornare in Premier" Successivo Carica Eto'o: "Inter, tifo per te. Serve una notte da guerrieri"

Lascia un commento