Arriva il cugino di Haaland. E forse è più forte di lui…

Albert Tjaaland, classe 2004, parente del bomber del Borussia e per molti suo erede: stesso ruolo, stessi step di carriera, piedi diversi. Ce lo racconta chi lo ha visto da vicino…

Cugini… “gemelli”, perché dicono che le differenze siano solo due. La prima è il piede: Erling è mancino, Albert è destro, poi subentra la fonetica. Da un lato Haaland e dall’altro… Tjaaland (si pronuncia “Thaland”). Divisi giusto da una “T”. Del primo si sa già tutto, ma sull’altro c’è un po’ di mistero.

Precedente L’Atalanta baila como el Muriel: il colombiano vuole portare la Dea in Champions Successivo Agnelli-Allegri, incontro e auguri. I due si sentono spesso, e in futuro...

Lascia un commento