Argentina, portiere muore in un incidente: il funerale avviene allo stadio

Famigliari, amici e compagni di squadra hanno dato l’ultimo saluto a Inti Castillo Segura, 26enne portiere del Club San Ramón de Los Zazos, in mezzo al campo di gioco…

La città argentina di Amaicha del Valle ha fatto notizia per un funerale senza precedenti che si è svolto allo stadio del Club San Ramón de Los Zazos, dove parenti, amici e compagni di squadra di Inti Castillo Segura, portiere della squadra morto in un incidente stradale, è stato salutato in un modo alquanto particolare.

Come riporta TyC Sports, l’evento che ha provocato la morte del 26enne estremo difensore è avvenuto domenica 31 ottobre alle 21.30 argentine, mentre era in sella alla sua moto Yamaha YBR 125. Secondo la polizia, Castillo era accompagnato da Lorena Iris Mamani e da un bambino di 5 anni. Il mezzo avrebbe speronato un cavallo.

A seguito dell’incidente, Segura ha riportato un grave trauma cranico che gli ha fatto perdere l’occhio destro. Era stato curato all’ospedale Luis Alberto Vargas e poi trasferito all’ospedale Ángel Padilla di San Miguel de Tucumán, dove vengono curati pazienti altamente complessi. Gli sforzi dei medici non sono bastati a mantenere i parametri vitali e martedì scorso è deceduto.

Per quanto riguarda la veglia particolare, la notte è iniziata con una lunga carovana di veicoli al seguito del carro funebre. Il giorno dopo, l’intero centro del nord dell’Argentina si è mobilitato: in un clima di commozione e dolore, ma anche con i tamburi e le trombe di colori tipici del folklore sportivo popolare, centinaia di persone che indossavano le giacche rosse e gialle del Club San Ramón de Los Zazos (team di una lega locale) hanno portato la bara sul prato verde, dove Inti aveva mostrato le sue grandi abilità tra i pali.

Il feretro è stato posto in area di rigore e sotto i tre legni che solitamente custodiva. Uno dopo l’altro molti dei compagni di squadra si sono avvicinati per calciare un ultimo rigore a Castillo. Quindi, amici e familiari si sono precipitati sulla bara, tra le lacrime, per dargli l’abbraccio d’addio.

Poi, il saluto è proseguito attraverso le montagne di Amaicha del Valle fino alla chiesa di Santa Rita, dove è stata celebrata una messa a lui dedicata. Infine, la cerimonia si è conclusa al cimitero locale.

Precedente Maradona, il tribunale argentino ordina: “Rimuovete la carta da Fifa” Successivo Calhanoglu senza paura davanti ai fischi

Lascia un commento