Arbitri e regole non scritte: a chi giovano i recuperi oversize?

L’applicazione surrettizia del tempo effettivo in questo Mondiale non tiene conto non solo della pratica ma anche del vissuto dello sport

Lo faccio ma non posso dirlo. Non potendo (giustamente, per quanto ci riguarda) codificare il tempo effettivo, che sminuzzerebbe i minuti di gioco, stile “finale di partita di basket”, perché quel tempo va per forza giocato – dunque provocherebbe l’effetto contrario alla sua teorizzazione (far giocare di più ma a scapito della dinamica e della continuità del gioco) – si agisce sul tempo di recupero, dilatando le partite come i chewing-gum che impastavano le nostre bocche adolescenti, gnam gnam, e poi a soffiare dentro palle giganti.

Precedente Diretta Virtus Bologna Anadolu Efes/ Streaming video tv: contro Ataman! (basket A1) Successivo Desailly: "Giroud perfetto con Pioli. Fa la differenza nei momenti importanti"

Lascia un commento