Arbitri donne, un’altra prima volta. Caputi Ferrieri dirigerà Cittadella-Spal

Dopo la campana che aveva diretto Reggina-Frosinone a maggio, ecco il fischietto livornese che nella vita fa la ricercatrice

Maria Sole Ferrieri Caputi, è stata chiamata a dirigere, domenica sera, la sfida di B tra Cittadella e Spal. Livornese, classe 1990, Ferrieri Caputi fa parte della Can C dopo aver fatto cinque stagioni a fischiare sui campi del campionato nazionale dilettanti, ed è anche arbitro internazionale. Nel maggio scorso era stata la campana Maria Marotta a entrare nella storia come prima donna chiamata ad arbitrare una partita di Serie B (Reggina-Frosinone). Ferrieri Caputi, nella vita ricercatrice alla fondazione Adapt e dottoranda all’università di Bergamo, sarà così il quarto arbitro donna di sempre sui campi del primo campionato professionistico italiano.

Verso la Serie A

—  

Ai tempi dell’esordio di Maria Marotta, Alfredo Trentalange, presidente dell’Aia aveva aperto la porta anche alla massima serie: “Un arbitro donna in Serie A? Il sogno è di riuscirci nel giro di due anni. Siamo indietro e ci stiamo attrezzando – aveva detto –. C’è tutto un movimento che va messo in rete, con condivisione di esperienza e competenze, con tavoli di lavoro. Ci dobbiamo attrezzare per dare più sostegno, più supporto e formazione alle donne che ci stanno dimostrando di essere all’altezza”.

Precedente Napoli, Ghoulam la chiave per arrivare a Reinildo? Successivo Mancini verso il rinnovo. Veretout: "Con la Juve per vincere. Con Mou si può..."

Lascia un commento