Apre la Fiorentina, mercoledì derby e Milan, poi la Juve: ecco i quarti di Coppa Italia

I bianconeri, ultimi a qualificarsi, sfideranno giovedì 11 il Frosinone. Il derby della Capitale alle 18, a San Siro si giocherà alle 21: tutte le gare sulle reti Mediaset

4 gennaio 2024 (modifica il 5 gennaio 2024 | 01:12) – MILANO

Quarti nobili per la Coppa Italia 2024. Le vittorie di Roma (2-1 sulla Cremonese), Atalanta (3-1 sul Sassuolo) e Juventus (6-1 sulla Salernitana) hanno completato il quadro delle squadre qualificate con Fiorentina, Bologna, Milan, Lazio e Frosinone. I quarti si giocheranno in gara secca e si partirà martedì 9 gennaio alle 21 con il derby dell’Appennino tra Fiorentina e Bologna, per proseguire poi mercoledì alle 18 con quello della Capitale tra Lazio e Roma (saranno i biancocelesti la squadra ospitante), con Milan-Atalanta a San Siro sempre mercoledì, alle ore 21. La chiusura giovedì alle 21, con la Juve che sfiderà il Frosinone, capace di eliminare il Napoli agli ottavi. Tutte le partite saranno trasmesse dalle reti Mediaset.

fiorentina-bologna (martedì 9 gennaio ore 21, CANALE 5)

—  

Quarti nobili, si diceva, nonostante le assenze di Inter, detentrice del trofeo, e Napoli, Campione d’Italia in carica. Fiorentina e Bologna sono le due rivelazioni del girone d’andata di Serie A. La squadra di Italiano occupa il quarto posto, dunque in zona Champions, due punti davanti a quella di Thiago Motta, che insegue al quinto. In campionato successo 2-1 dei viola al Franchi. Nella storia, la Fiorentina ha giocato 11 finali vincendone 6, il Bologna ha alzato due volte il trofeo (nel 1970 vincendo un girone finale, nel 1974 battendo il Palermo).

lazio-roma (mercoledì 10 gennaio ore 18, ITALIA 1)

—  

La storia infinita, la partita che ti succhia l’anima, che divide una città, che non risparmia nessuno. Poco importa se in palio non c’è una finale o uno scudetto. Lazio e Roma non fa prigionieri. Per Mou non poteva capitare in un momento peggiore, con la grande emergenza in difesa viste le tante assenze, e in mezzo a due partite difficilissime come quelle dell’Olimpico con l’Atalanta di domenica sera e di San Siro col Diavolo del turno successivo, sempre la sera del giorno di festa. Meno complicato il calendario per Sarri, con la trasferta di Udine e la gara casalinga con il Lecce nelle stesse date. In campionato, sempre in casa dei biancocelesti, finì con un scialbo 0-0. Non ci potrà essere il pari-bis in Coppa Italia per ovvi motivi. Nell’albo d’oro del trofeo la Lazio compare 7 volte (più tre finali perse), mentre la Roma ha trionfato 9 volte su 17 finali (ma nel 1969 si assegnò la Coppa dopo girone all’italiana).

milan-atalanta (mercoledì 10 gennaio ore 21, CANALE 5)

—  

San Siro attende la prima volta da avversario di Charles De Ketelaere, la grande delusione rossonera del mercato estivo 2022, quello che probabilmente è costato il posto a Paolo Maldini e Ricky Massara. Dopo la doppietta e l’assist di ieri con il Sassuolo, il belga ha già mandato un avvertimento agli ex compagni: “Con il Milan è sempre speciale, ma guardiamo avanti. Contro questa Atalanta il Milan deve stare attento, la settimana prossima proveremo a vincere, se giochiamo bene possiamo vincere ogni gara, anche a San Siro”. Nella memoria dei rossoneri è ancora fresca la sconfitta in campionato al Gewiss per 3-2 del 9 dicembre col gol di tacco di Muriel nel recupero. Entrambe le squadre hanno un bilancio sfavorevole nelle finali disputate: il Milan ha vinto 5 volte la Coppa e perso 9 finali; l’Atalanta l’ha vinta solo nel 1963, perdendo altre quattro volte l’atto decisivo.

juventus-frosinone (giovedì 11 gennaio ore 21, ITALIA 1)

—  

La Juventus di Max Allegri è stata l’ultima in ordine cronologico a qualificarsi per i quarti, dopo la rimonta sulla Salernitana allo Stadium. L’attendeva serenamente il Frosinone reduce dal clamoroso 4-0 del Maradona. Magari con la pazza idea di ripercorrere le orme della Cremonese della scorsa edizione, arrivata da neopromossa alle semifinali. Tra Juve e Frosinone è una specie di “derby tecnico” visti i tanti giovani bianconeri nella squadra di Eusebio Di Francesco: Barrenechea, Soulé e Kaio Jorge. La squadra di Allegri è lanciatissima in campionato, seconda a -2 dall’Inter, e in A l’unico scontro diretto finora disputato ha visto la vittoria della Juve 2-1 allo Stirpe. I bianconeri hanno giocato 21 finali di Coppa Italia (record), vincendone 14 (altro record); il Frosinone gioca per la prima volta nella sua storia i quarti del torneo.

Precedente Aemme Cup Under 14, vittorie per Juve, Pescara e Frosinone: oggi i quarti di finale Successivo Juve-Salernitana: Mediaset, Rai o Sky? Dove vedere la Coppa Italia in tv o in streaming