Anguissa, il retroscena: la cifra del prestito e quei tentativi del Milan…

Napoli sogna. Il primato a punteggio dopo 5 partite degli azzurri non è assolutamente casuale. Spalletti ha già cambiato la mentalità di una squadra che ora crede di potersela giocare fino alla fine per lo scudetto. La svolta si è materializzata con l’ingaggio nell’ultimo giorno di mercato di Frank Zambo Anguissa: arrivato quasi a sorpresa, tra la differenza dei tifosi, ma che invece ha impiegato solo tre partite per rivelare la sua straordinaria importanza all’interno della squadra. Porta equilibrio e regala forza al centrocampo, facendo giocare meglio anche i compagni di reparto. E pensare che è il prestito è costato solo 500 mila euro (con diritto di riscatto fissato a 15 milioni). Un’operazione low cost che rischia di spostare tanto da qui alla fine del campionato.

Il DOPPIO RETROSCENA SUL MILAN –Con un innesto intelligente ed economicamente sostenibile, De Laurentiis ha restituito equilibrio agonistico e tattico al centrocampo azzurro. Appena si è presentata l’opportunità il direttore sportivo Giuntoli non si è fatto trovare impreparato: l’operazione è stata conclusa in 48 ore. Anguissa è arrivato in Italia con dodici mesi di ritardo: il Milan ci aveva provato nell’estate del 2020, con tanto di incontro in sede con gli agenti del centrocampista camerunese classe 95’. Anche nello scorso mese di agosto Massara era tornato a bussare alla porta del Fulham per capire la fattibilità dell’operazione. Ma nei piani rossoneri Zambo era l’alternativa a Bakayoko e tutti sappiamo com’è andata finire. Per la felicità di Spalletti che ha trovato il rinforzo ideale per la sua idea di calcio. 

Segui la Serie A TIM su DAZN. Attiva ora

Precedente Gigio Donnarumma e un futuro già incerto al PSG: la Juventus inizia a pensarci per l'estate Successivo Bentancur si è perso: perché non funziona nella Juve di Allegri?

Lascia un commento