Ancelotti su Real-Lipsia: “Gara brutta e sporca, a volte ci lasci la pelle”

MADRID (Spagna) – “Quando non giochi bene è normale che il pubblico fischi, per fortuna siamo usciti bene da una partita non buona“. Questo il commento di Carlo Ancelotti, allenatore del Real Madrid, ai microfoni di Amazon Prime dopo il pareggio per 1-1 contro il Lipsia nella gara di ritorno degli ottavi di finale di Champions League: “Tutti gli anni capita una partita brutta e sporca come questa. A volte ci si lascia anche la pelle, fortunatamente oggi non è andata così, anche se dovremmo valutare ciò che non abbiamo fatto bene“.

Le parole di Ancelotti

L’intervallo? Ho detto che stavamo giocando male. Ho cambiato sistema per avere un po’ più di profondità. Ci è mancato pressing e siamo rimasti troppo chiusi dietro. Avevamo certamente una formazione inedita, ma non abbiamo giocato come dovevamo. Il mercato? Adesso rientreranno giocatori come Alaba, Militao e Courtois, non dobbiamo dimenticarci di aver giocato tante partite senza questi calciatori importanti. I fischi? Sono stati meritati, ma niente di nuovo. Quando giochi male è normale che ti possano arrivare dei fischi“, aggiunge Ancelotti.

Sull’indagine del Fisco

L’indagine per evasione fiscale? Mi impressiona un po’, si parla di una dichiarazione del 2015, quando non ero residente in Spagna. Quella multa l’ho già pagata, versando i soldi nei conti dell’ispettorato fiscale. Le parti stanno parlando per trovare la soluzione, ma sono sicuro di essere innocente proprio perché non ero residente qui nel 2015. Vedremo cosa verrà deciso dal giudice“, conclude Ancelotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente La Dea Sfortuna: a Lisbona tre pali costringono un'ottima Atalanta al pareggio Successivo Arabi, futuro e destino di Pioli: lo Slavia sembra un contorno, ma il Milan punta l'EL